martedì 14 maggio 2019

Recensione:"Il castello delle stelle - 1869: La conquista dello spazio " di Alex Alice.

Chi non ha mai desiderato scoprire l'essenza dell'etere? L'etere inteso come una forza indissolubile e che ci porta a scoprire delle meraviglie nascoste ai nostri occhi. Séraphin ha una missione da compiere e portare a termine ciò che sua madre aveva iniziato.
I nostri protagonisti ne saranno all'altezza? Riusciranno ad oltrepassare l'etere?

 Info:
Titolo: Il castello delle stelle - 1869: La coinquista dello spazio
Autore: Alex Alice
Editore: Oscar Mondadori
Pagine: 135
Formato: Cartaceo
Prezzo: 24,00€
Sinossi: E se la conquista dello spazio fosse avvenuta un secolo prima? XIX secolo, l'età del progresso. Dall'Antartide al cuore di tenebra dell'Africa, per terra e per mare gli esploratori espandono senza sosta i confini del mondo conosciuto. Avidi di nuove scoperte, volgono lo sguardo verso l'alto, verso le stelle, verso mondi ignoti e cieli pieni di meravigliose promesse. È il 1868, l'esploratrice Claire Dulac è dispersa, sparita nel corso di un viaggio in mongolfiera. Così il figlio, il giovane Séraphin, parte alla sua ricerca oltre il blu del cielo, dove l'aria si fa sottile...
Séraphin è proprio come sua madre, intraprendente e con la voglia di scoprire il mondo. Sua madre è scomparsa proprio quando l'esistenza dell'etere stava diventando reale, Claire Dulac, è dispersa e l'ultimo pensiero che rivolge è al suo unico figlio. 
Séraphin è ancora scosso per la "perdita" di sua madre, e non riesce a mettersi il cuore in pace ma quando al padre viene offerta la possibilità di lavorare al "Castello la pietra del cigno" non perde occasione di mettersi in marcia.
 Archibald, d'altro canto ci si presenta come un uomo schifo ma dentro di sé nasconde il dolore per la sua perdita. Un uomo dal grande ingegno e anche egli con la voglia di scoprire il mondo, la quale viene repressa fino a quando non giungeranno al castello. 
Ma cosa deve progettare questa volta il professore? Quali saranno le richieste del re? 


  Fantasia e storia s'intrecciano dando luogo a una storia fantastica, dove il lettore ne è partecipe al 100%. I personaggi sono ben delineati, anche se molto viene intuito dal lettore e dai dialoghi.
Quindi ogni personaggio lo vedremo in azione e da lì comprendere la loro essenza. Un ruolo fondamentale, e rivoluzionario, è quello delle donne. A quell'epoca la figura della donna era sminuita, ma invece nel romanzo si ha una visione più innovativa, poiché sono parte integrante di essa.
L'intreccio iniziale è nella Francia del 1868, dove le invenzioni e l'art nouveau prendono piede arricchendo in modo magistrale la storia.La storia che troviamo al suo interno ci presenta un'epoca in cui l'espansione e il progresso era all'ordine del giorno. Come personaggi importanti, e che incontreremo nel corso della vicenda, sono l'imperatrice Elisabetta , Sissi, e suo cugino Ludovico II.
I quali, anche nella realtà, erano legati da un legame molto profondo. 


L'atmosfera fantastica e sognante, dai toni anche steampunk mi hanno fatto coinvolgere a tal punto da non riuscire più a staccarmi dalle pagine. Ci si ritrova catapultati in un mondo ricco di passioni e desideri impossibili, che con leggerezza e maestria possono diventare reali. Alex Alice riesce a suddividere in maniera magistrale il bene dal male, con un'eleganza tale da farci sognare a occhi aperti. 
Una delle cose fondamentali delle tavole di questa Graphic Novel è la veriticibilità. La trama è ricca di dettagli e colpi di scena, che ci sorprendono e stupiscono fino all'ultima pagina. Ogni tavola è mirata a colpire il lettore, anche i colori tenui dell'acquarello non rendono pesante la lettura. L'espressività dei personaggi contribuisce alla sfera emozionale molti spunti su cui la nostra immaginazione può lavorare. 


 Pur non essendo un'esperta nel parlare di tavole, ciò che si presenta ai nostri occhi è un qualcosa che ci colpisce e ammalia. 
Sfogliando le pagine della graphic novel, ci immergiamo in una storia ricca di dettagli minuziosi. L'occhio come sempre vuole la sua parte, e si rimane affascinati per i dettagli peculiari che ci fornisce l'illustratore. 



Un'avventura con la A maiuscola, tu sei pronto per affrontarla assieme a Séraphin?




VALUTAZIONE LIBRO:






Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Oscar Mondadori.

8 commenti:

  1. Questa Graphic Novel mi ha sempre incuriosito. Ha dei disegni bellissimi! Appena termino i libri di Monstress sarà la prossima GN che ordinerò!

    RispondiElimina
  2. Non mi sono mai avvicinata al mondo del graphic novel, e non penso neanche che mi ci avvicinerò mai ma devo ammettere che i disegni mi piacciono tantissimo!

    RispondiElimina
  3. Come tu ben sai, è tipo la 800esima volta che provo a inviare questo commento e se non funziona allora te lo dirò a voce e amen xD
    Dicevo, quest'opera dai colori da sogno, disegnata in modo superlativo è una di quelle perle che sto aspettando da qualche tempo, da quando ne ho appreso l'esistenza. Ora che mi hai fatto venire ancora più voglia di ammirarne le pagine e immergermi nella storia, come la mettiamo?

    RispondiElimina
  4. da poco ho iniziato a leggere graphic novel e per quel poco che ho letto mi sono piaciute tantissimo !! Questa la segno perché sembra interessante !!

    RispondiElimina
  5. Sto leggendo ora il fumetto di V per Vendetta, ed è uno dei primi approcci alle graphic novel! mi sto trovando molto bene utilizzandole come letture leggere

    RispondiElimina
  6. Prima di sentirtene parlare non la conoscevo, ma dopo che me ne hai parlato (e ancor piú dopo la tua recensione) non vedo l'ora di provare a leggerla!

    RispondiElimina
  7. Ho visto questa graphic novel in giro per instagram e i disegni sono stupendi!
    Da come ne parli mi ispira tantissimo e penso proprio che devo assolutamente leggerla! *^*

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia Sabri! Lo vorrei leggere anch'io! 😍

    RispondiElimina