venerdì 4 gennaio 2019

Recensione: "Gli amici silenziosi" di Laura Purcell.

Con l'inizio dell'anno vi porto la recensione di questo libro, che è stato uno delle ultime letture del 2018. Un libro che mette i brividi, che ti lascia col fiato sospeso fino alla fine, ecco: "Gli amici silenziosi." Ammetto di essere una gran fifona infatti la notte avevo persino paura a spegnere la luce, sperando di non avere un incontro ravvicinato con questi "amici".

 Info:
Titolo: Gli amici silenziosi
Autore: Laura Purcell
Casa editrice: Dea Planeta Libri
Pagine: 382
Formato: Cartaceo/ Ebook
Prezzo: Cartaceo 18,00€/ Ebook 9,99€
Sinossi: Inghilterra, 1865. Rimasta vedova e incinta del primo figlio, la giovane e inquieta Elsie parte alla volta della tenuta del marito insieme alla zitellissima cugina di lui, Sarah. Ma in quell'angolo di campagna inglese remoto e inospitale, l'opportunità di trascorrere in pace il periodo del lutto diventa qualcosa di molto più simile a una prigionia: un esilio opprimente in attesa che l'amato fratello Jolyon giunga da Londra a salvare Elsie dall'isolamento e dalla noia. A distrarre lei e Sarah dalla cupa atmosfera in cui sono sprofondate, solo l'intrigante diario di un'antenata dei Bainbridge, Anna, vissuta e tragicamente morta più di duecento anni prima; e la stanza in cui giacciono ammassate decine di figure di legno dalle sembianze realistiche e straordinariamente inquietanti. Quegli "amici silenziosi" che Anna si procurò allo scopo di deliziare ospiti illustri, presto costretti a ripartire in circostanze mai del tutto chiarite.
"Gli amici silenziosi" è un libro in cui si mescolano il thriller psicologico e l'horror, ma la vera paura è percepita nelle ombre che si aggirano nella notte più lugubre.

[...] Torcevano la bocca e snudavano i denti mentre pronunciavano quella parola, avidi. Assassina. Come se la volessero spaventare. Lei." 
La giovane Elsie è la vera protagonista della storia, una giovane donna dal passato traumatico. Rimasta vedova e incinta del primo figlio, si troverà sommersa da situazioni angoscianti e senza via d'uscita. Ma la protagonista diverrà vittima o carnefice di questa storia? Si farà mai sopraffare dalla presenza di questi amici silenziosi?

"Sentì che il passato la sopraffaceva, come un fiume che durante le piogge ingrossa sempre di più dentro gli argini." 
Elsie non è la sola a dover affrontare sia il lutto e le strane figure che popolano la casa, ma anche Sarah, cugina del marito e unica parente prossima di quest'ultimo, si ritrovano ad affrontare quelle che sembrano solo situazioni legate alla superstizione. 
Di Sarah non si conosce molto, il suo personaggio è quasi invisibile nella storia ma nei momenti più importanti è sempre presente.

"Copro i loro visi con dei teli, ma so che sono lì che guardano. Come se sapessero cos'è accaduto. Come se questo li divertisse."
Il ritrovamento col diario non è del tutto causale, assieme alle loro vite si mescolano quella di Anne e Hetta Bainbridge. Due personaggi particolari, che mi hanno affascinato molto nel corso della storia. Anne è stata sempre consapevole di avere delle doti un po' particolari, se posso azzardare alcuni elementi legati alla stregoneria. E l'arrivo dell'ultima figlia, in particolar modo una femmina dopo tutti quei maschi non è una casualità.

La piccola Hetta muta dalla nascita, ha forse ereditato qualche dote dalla madre ma lei non riesce a esprimerlo... se non attraverso dei segni. Al primo impatto la bambina sembra dolce e molto empatica, e se pur così piccola nascondesse un oscuro segreto? 

 "Il suo viso era privo di espressione, pareva trasformata in una di quelle sagome di legno."
"Gli amici silenziosi" è una storia dai tratti gotici e noir. Dove il terrore ti si attacca addosso e nonostante tutto le pagine scorrono veloci sotto i tuoi occhi, cercando e scovando sempre più indizi assieme alla protagonista.

Attraverso una narrazione dettagliata e quasi fotografica ci immergiamo nell'atmosfera dell'epoca Vittoriana. Una scrittura ricca di Pathos, che genera adrenalina e curiosità. E' il lettore stesso che accompagna la nostra protagonista nel corso della vicenda, siamo noi mentre leggiamo che riusciamo a sentire la paura e l'angoscia di ogni situazione.
Ogni personaggio è un filo e la nostra autrice riesce ad intrecciare al meglio le vite di ognuno di essi, nessuno è meno importante o viceversa. 
Sono tutti tasselli di un grande puzzle che ci trasporta a una fine quasi surreale, dove la realtà viene mescolata alla finzione e dove tutto ciò che sembrava esser reale non lo è più. Un romanzo che ti lascia impaurita ma allo stesso tempo con l'amaro in bocca, lasciandoci proprio sul più bello dove la via d'uscita era vicina... Ma non sempre quello che crediamo di vedere, è reale.

Il silenzio, rumori sinistri e poi il buio... Riuscirete mai ad affrontare gli amici silenziosi, sfidando tutte le loro conseguenze?




 VALUTAZIONE LIBRO:
 






Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Dea Planeta Libri.

8 commenti:

  1. Me ne hai parlato troppo bene e non vedo l'ora di recuperarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi!! È fantastico... Non ho chiuso occhio per giorni

      Elimina
  2. Una recensione ottima! Mi hai fatto venire voglia di leggerlo anche se non è il mio genere ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo leggerai, fammi sapere cosa ne pensi!!

      Elimina
  3. Leggendo la tua recensione mi incuriosisce molto ma non è il mio genere, mi spavento facilmente 🙈

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io pure mi spavento abbastanza facilmente, ma questo libro merita!

      Elimina
  4. Io devo assolutamente recuperarlo! 😍

    RispondiElimina
  5. un libro da recuoerare. Grazie Sabrina

    RispondiElimina