venerdì 2 dicembre 2022

Recensioni: "Diario di una Schiappa - Bel colpo" di Jeff Kinney.

Greg non ne può più di sentire sua madre che gli consiglia di intraprendere uno sport. La Schiappa che conosciamo si cimenterà in questa nuova (dis)avventura contrassegnata dallo stile ironico e intrigante di Jeff Kinney. Questa nuova iniziativa non potrà che provocarvi delle risate non indifferenti quando leggerete il libro! Un romanzo adatto sicuramente ai più giovani, ma che può strappare ai grandi lettori anche un sorriso.


DIARIO DI UNA SCHIAPPA - BEL COLPO
Jeff Kinney


Editore: Il Castoro
Formato: Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigido 14,50€ Ebook 8,-99€
Pagine: 224
Trama: Greg e lo sport non sono fatti l'uno per l'altro. E infatti lui ci avrebbe già rinunciato, se non fosse stato per Mamma. È tutta colpa sua se ha accettato di provarci con il basket! I provini per entrare in squadra sono un disastro, ma contro ogni aspettativa, Greg si aggiudica un posto. Certo, il campionato non parte nel migliore dei modi, ma nello sport tutto può succedere. E quando la sua squadra si gioca il tutto e per tutto... che sia finalmente arrivato il giorno della riscossa di Greg?

La Schiappa non delude mai! Le disavventure di Greg sono all'ordine del giorno, la sua vita sembra un esilarante susseguirsi di vicende spiacevoli. Greg Heffley è l'antieroe per eccellenza, un ragazzino vinto dalla volontà della madre di finalmente poterlo vedere all'azione in qualche sport! Ma il protagonista non ne vuole che sapere, sa di non essere bravo e cerca anche di dimostrarlo in tutti i modi!
C'è anche da sottolineare la fantastica immaginazione del ragazzino che spesso ci trascina in eventi davvero esilaranti e divertenti. Greg è proprio goffo e spesso si domanda come le persone possano interessarsi a determinati sport, lui preferirebbe starsene a giocare alla playstation. L'unica motivazione, oltre la madre che lo spinge costantemente a mettersi in gioco, sarà un premio scolastico. Ma conosciamo la Schiappa, la sua goffaggine si farà veramente vedere... e sentire!
Contro ogni previsione si ritrova catapultato nella squadra di basket dove la Greg  si troverà in vera difficoltà. Le (dis)avventure di Greg ci vengono narrate attraverso i suoi occhi e le vignette, le quali come sempre riescono a cogliere non soltanto i dettagli più minuziosi ma anche le battute più salienti. 
Questo è un altro di quei libri che ho avuto il piacere di leggere assieme al mio aiutante, mio fratello minore che ama l'autore e la serie da lui creata.
Come sempre ho colto che dietro l'ironia del protagonista vi è tanta immaginazione e cura dei dettagli. I libri di Jeff Kinney sono storie da vivere con il sorriso stampato sulle labbra, un connubio perfetto per gli adolescenti o per i piccoli lettori che si approcciano alla lettura. 
Le ambientazioni riprendono sicuramente la vita quotidiana, contornata da situazioni particolareggiate e le splendide vignette. La penna dell'autore ci travolge attraverso l'ironia che lo contraddistingue, utilizzando un lessico leggero e dai toni colloquiali (soprattutto per agevolare i piccoli lettori). La svogliatezza di Greg, il suo essere impacciato e il destino giocheranno veramente un ruolo fondamentale nel romanzo!
Jeff Kinney si contraddistingue proprio per la sua leggerezza e scorrevolezza nel narrare le vicende più disparate. Ma alla fine... Greg riuscirà a vincere il premio? Sarà un bravo giocatore di Basket? 
Ironia, sbadataggine e risate sono le parole cardine di questo fantastico volume della serie, dove la schiappa sarà al centro dei riflettori. 

Sei pronto a vivere questa disavventura all'insegna dello sport?

lunedì 14 novembre 2022

Recensione: "La collezionista di anime" di Kylie Lee Baker.

Cosa sei disposto a sacrificare per essere ciò che sei veramente? Ren sa chi è, metà mietitrice e metà shinigami, la sua natura spaventa chi ha intorno ma allo stesso tempo viene denigrata. Una giovane donna alla ricerca di sè e della sua identità, Ren si batterà per rivendicare ciò che è. La penna della Baker costruisce un dark fantasy di tutto rispetto, che ammalia anche i lettori più intimoriti. 


LA COLLEZIONISTA DI ANIME
Kylie Lee Baker

 

Editore: Fanucci Editore
Formato: Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigido 14,90€ Ebook 9,99€
Pagine: 300
Trama: Metà mietitrice britannica, metà shinigami giapponese, Ren Scarborough ha raccolto anime per le strade di Londra per secoli. Ci si aspetta che obbedisca alla dura gerarchia dei mietitori che la disprezzano, perciò Ren nasconde ogni emozione ed evita i suoi aguzzini come meglio può. Quando perde il controllo delle proprie abilità shinigami lascia Londra e fugge in Giappone per cercare l’accoglienza che non ha mai ricevuto dai suoi compagni mietitori. Seguita dal fratello minore, l’unico a prendersi cura di lei, Ren entra negli inferi giapponesi per servire la dea della Morte... ma scopre che anche qui deve dimostrare di esserne degna. Determinata a guadagnarsi il rispetto, accetta un compito impossibile – trovare ed eliminare tre pericolosi spiriti yokai – e realizza fino a che punto è disposta a spingersi per rivendicare il suo posto al fianco della Morte. Una ragazza collezionista di anime, divisa fra due mondi, cerca il suo destino in questa dilogia dark fantasy ambientata nel Giappone di fine Ottocento.

Ren ha una psicologia ben definita, è caparbia e intelligente. Ma nel mondo in cui si trova, divisa per la sua natura dovuta a due genitori che servono la Morte in culture differenti, non la fanno sentire accettata e compresa. Il suo senso di appartenenza e la rivendicazione di ciò che è, i quali ormai divengono sempre più forti nel suo animo, la spingeranno a compiere gesti e azioni particolari. La sua psicologia è complessa, poichè da un lato incontriamo una giovane donna alle prese con sè stessa ma dall'altro lato conosciamo anche la natura dei suoi poteri che aiutano la Morte a compiere il suo lavoro.
La protagonista tiene lontano dal suo animo ferito tutti, persino il lettore. L'umiliazione che porta da tutta la vita la condiziona nelle interazioni sociali/familiari, sente che dentro di sè il dolore che porta non potrebbe essere compreso. 
Suo fratello Neven l'accompagnerà in questa avventura fuori da ogni schema, lui che l'ha amata dal primo istante. L'amore fraterno che si esplica attraverso il personaggio di Neven è forte, fatto di complicità e sguardi ma anche di piccoli dissapori.
L'animo buono di Neven riesce a colmare quel dolore palpabile che prova Ren, riesce a placare quei demoni interiori che la chiamano attraverso le loro tenebre. Ma l'amore può sanare un animo già rotto e disintregrato?

La smania di essere riconosciuta per ciò che è diverrà ossessione, diverrà come una malattia di cui non si guarirà mai. Ren sentirà che non sarà mai abbastanza, che nessuna azione riuscirà a colmarla. Ma cosa si è disposti a sacrificare?
Un personaggio singolare il suo che o si ama o si odia, non vi sono vie di mezzo. L'autrice riesce a graffiarci l'animo con l'ambivalenza della ragazza e ci confonde. Le tenebre che attanagliano il suo cuore contamineranno anche quello del lettore. Sensazioni viscerali e dilanianti ci travolgeranno durante la lettura. 

Una delle tematiche del romanzo è sicuramente: il viaggio. Le spedizioni attraverso i mondi sono sempre sinonimo di miglioramento, ma in questo caso vi è molta più oscurità nel percorso che dovrà affrontare la protagonista. 
Non sarà sola, ma accanto a lei oltre suo fratello vi saranno dei personaggi alcuni più centrali di altri che durante la narrazione ci aiuteranno a comprendere il loro ruolo narrativo. Il worldbuilding si sviluppa intrecciando mito e le città di Londra e Giappone nel 1800. Descrizioni fondamentali, dai tratti gotiche e magnetiche. Il mito verrà approfondito e non posso dire di esser rimasta davvero soddisfatta da questi particolari (soprattutto per le creature che incontreremo).  Un dark fantasy che ci narra di avidità e crudeltà, dove la linea di demarcazione è molto ma molto sottile da oltrepassare. 

Un romanzo complesso, uno stile narrativo che coinvolge e lo stesso tempo ci ammalia. La penna della Baker ci rapisce sin dalle prime pagine, ci fa conoscere i desideri più oscuri e antichi che l'uomo abbia mai provato. Sentimenti contrastanti sono sorti durante la lettura, motivo per cui mi sono presa più tempo per riflettere sul romanzo. 
L'autrice crea un velo di mistero ma intinto di morte intorno al romanzo, ci fa comprendere varie dinamiche che risulteranno strabilianti. I vari personaggi salteranno all'occhio per i rapporti che intraprenderanno, ma soprattutto per le loro scelte. Sono piacevolmente sorpresa per i plow-twist e le scene di suspense, in particolare sul finale avrei voluto conoscere molto di più. Un romanzo che ci lascia mille sensazioni e mille domande, ma non vedo l'ora di scoprire cosa il destino ha in serbo per Ren.

Sei pronto ad intraprendere questo lungo viaggio da Londra al Giappone? Ti andrebbe di conoscere gli oscuri segreti degli yokai?

martedì 8 novembre 2022

Recensione: "Angélique" di Guillaume Musso.

"Angélique" di Guillaume Musso è un thriller adrenalinico, toglie il fiato pagina dopo pagina e ci rapisce con la sua narrazione. Il romanzo intreccia tre storie, linee temporali e vissuti del tutto differenti...Ma è solo l'apparenza. Dietro ogni pagina e parole si scoprono segreti indicibili. Musso crea un'atmosfera accattivante e magnetica, il lettore non può che rimanere ammaliato da questa storia.


ANGELIQUE
Guillaume Musso


Editore: La nave di Teseo 
Formato: Copertina Flessibile & Ebook
Prezzo: Flessibile 19,00€ Ebook 11,99€
Pagine: 266
Trama: Parigi, Natale 2021. Dopo un infarto, Mathias Taillefer si sveglia in una stanza d’ospedale. Una ragazza sconosciuta è al suo capezzale. È Louise Collange, una studentessa che suona il violoncello per allietare i pazienti in corsia. Quando Louise scopre che Mathias è un poliziotto, gli chiede di occuparsi di un caso molto particolare che la riguarda da vicino. All’inizio riluttante, Mathias accetta infine di aiutarla, e presto i due si ritroveranno uniti in una spirale che si stringe pericolosamente intorno a loro. Inizia così un’indagine mozzafiato che parte da Parigi e arriva a Venezia, sulle tracce di un mistero che porta a una vita segreta, a un amore forse sfiorato, a un luogo desiderato ma non ancora raggiunto.

Lo scenario ci presenta un ex poliziotto Mathias Taillefer, un uomo scorbutico e spigoloso. La sua psicologia diviene un crescendo nelle pagine, ma rimane un velo sulla sua personalità come se il lettore dovesse gustare lentamente il suo vissuto. Taillefer è il tipico poliziotto dedito ai vizi ma la sua condizione lo limita e a volte lo spaventa.
Il passato dell'ex poliziotto è contrassegnato da luci e ombre, le tenebre che ombreggiano il suo animo sono forti e ci sussurrano tutti i suoi peccati. La razionalità gli suggerisce di agire, spinto dalla voglia di conoscenza per risolvere il caso ma il suo lato oscuro padroneggia. 
L'incontro con Louise prenderà una svolta, il destino ha in serbo per loro qualcosa di molto più grande di loro. 
Louise è un giovane donna che si cimenta alla vita, contrassegnata da un passato particolareggiato e la sarà la sua determinazione a portare avanti l'azione della vicenda. Una caparbietà contrassegnata nei suoi occhi si nota il suo voler far giustizia a ciò che qualcuno le ha tolto. Verranno travolti dal mulinello degli orrori di cui è fatto il caso, come un turbinio di emozioni senza fine si ritroveranno scaraventati in una realtà che li lascerà senza fiato. Dolorosi segreti e perversioni verranno a galla e starà a loro decidere come condurre questa adrenalinica corsa verso la verità.

«Ho imparato a conoscere i miei talenti come i miei punti deboli.
E le due forze che convivono in me.
La lotta dell'angelo e quella del demone.»
Già il titolo del romanzo ci dona dei pensieri quasi "angelici" ma cosa si nasconde dietro? "Angélique" ha un suo perchè. Nel corso della lettura quasi verremo ammaliati per la sua mutabilità, è un significato fondamentale che l'autore ci ha voluto donare. Ci da dei pensieri quasi stupefacenti. Ma la scelta del titolo non è causale, non vi è una ragione insensata. Ma il titolo dato dall'autore è fondamentale per tutta la vicenda.
Di angelico non vi è proprio niente. Quasi paradossalmente "Angélique" ci travolge con la sua essenza manipolatoria e persuasiva, depista ogni nostra congettura sull'esito della storia e ci lascia smarriti ma i colpi di scena ci sorprenderanno.
Il mostro che abita dentro l'animo dell'uomo verrà smosso e travolto da ciò che non conosciamo, siamo consapevoli che non sarà una lettura facile ma le pagine ci immergono in una lettura senza fine ricca e densa. 
Musso vuole mostrarci il bello e l'orrido dell'uomo. La sua natura mutevole e camaleontica la quale ammalia anche il più puro degli uomini.

Il romanzo è intrecciato da tre storie differenti, le quali all'inizio sembrano stonare tra di loro. Ma non è così. La penna abile e insidiosa di Musso costruisce una trama articolata e complessa e ci detta lui regole su come muoverci all'interno del romanzo. 
"Angélique" è suddiviso in parti, si focalizza su ognuno dei protagonisti interpellati attraverso la chiave psicologica e pervasiva delle loro essenze. 
Il worldbuilding si sposta tra le vie di Parigi e Venezia. Non è particolareggiato poichè l'autore dona più spazio all'introspezione, ma è dosato tra le pagine in modo da risultare fresco e lineare. Fili che si intrecciano, anime che si scontrano e tutto ciò caratterizzato dall'adrenalina che scorre nel corpo. Vi saranno elementi che ci lasceranno senza fiato, storie che diverranno nostre e non ci lasceranno mai più. Entrare in empatia, quasi rapiti, da ogni vicenda è fondamentale. "Angélique" è un romanzo fresco mascherato d'angelo ma con le vicende di un demone.

«Nosferatu che ghermiva Ellen.
Il fuoco di Zeus che fulminava Semele.
L'ombra del Diavolo che veniva a cercarla.»

Punto cardine e di forza del romanzo è sicuramente la narrazione. Una narrazione fresca, lineare e che rapisce pagina dopo pagina. La penna di Musso si muove tra i vissuti e le città, ci narra una storia dedita all'orrido della mente umana e alla manipolazione che può avvenire in essa. La ricercatezza di elementi è peculiare e forte, a tal punto da divenire specifica per farci addentrare ancora di più nella vicenda. Il lettore diviene parte integrante del romanzo, quasi ci sembra di essere accano ai protagonisti alla ricerca di indizi. Il lessico utilizzato è semplice e lineare, dai tratti particolareggiati e infatti sotto alcune parole troveremo anche l'asterisco con la spiegazione. 
Durante la lettura verremo travolti dall'adrenalina che ci scorre in corpo, saremo sopraffatti da ciò che scopriremo e sarà sempre un crescendo grazie ai colpi di scena che devo ammettere saranno molti e travolgenti. 
Guillaume Musso ci ammalia e ci sconvolge con il suo romanzo "Angélique", una lettura che per me è stata compagnia di un intero pomeriggio a causa della sua scorrevolezza. Il lettore viene risucchiato dalla vicenda e sarà davvero difficile abbandonare il libro anche per qualche secondo di pausa. La nostra vogli di conoscenza e indizi procede di pari passo assieme ai protagonisti. Il finale arriva inaspettatamente, come se dietro quelle ultime pagine potesse nascondersi qualche cosa in più. 


Sei pronto ad essere travolto da questa impresa adrenalinica?
L'ex poliziotto Mathias e la giovane Louise aspettano solo te.

domenica 6 novembre 2022

Recensione: "Deviate & Truelife vol. 2 & 3 Lifel1k3 series" di Jay Kristoff.

Dopo il sensazionale volume della serie "Lifel1k3" Jay Kristoff ci fa scoprire attraverso gli altri due volumi della trilogia il mondo apocalittico e i vari personaggi della vicenda.
Una lettura fresca e scorrevole dalle molte sfaccettature, la serie Lifel1k3 è sempre un crescendo che dona al lettore piacevoli sorprese. 


DEV1AT3 - LIFEL1K3 SERIES VOL. 2
Jay Kristoff


Editore: Mondadori Oscar 
Formato: Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigido 22,00€ Ebook 9,99€
Pagine: 439
Trama: È l'alba della battaglia decisiva tra le rovine della città di Babel. Eve e Lemon sono state amiche per la pelle, ma in questa lotta si trovano l'una contro l'altra. Eve è divisa tra i ricordi della propria vita umana, che ancora conserva, e la scoperta di essere un'androide. Insieme alle sue "sorelle" e ai suoi "fratelli", ora deve trovare la vera Ana Monrova, il cui DNA è fondamentale per creare un esercito di sembianti. Nel frattempo per Lemon è giunto il tempo di fare i conti con un potere che ha troppo a lungo rifiutato, e che qualcuno vuole usare come arma. La svolta per lei è l'incontro con un ragazzo, Grimm, che le propone di portarla fuori da quella terra devastata e piena di orrori, verso un'enclave abitata da altri devianti come lei. Lì, finalmente Lemon scoprirà un senso di appartenenza, e forse anche l'amore. Ma non tutto è come appare: tra amici e nemici, buoni e cattivi che si scambiano continuamente di ruolo, anche Lemon si unirà alla ricerca di Ana Monrova, e dovrà trovarla prima che ci riesca la sua vecchia amica.


TRUEL1F3 - LIFEL1K3 SERIES VOL.3
Jay Kristoff


Editore: Mondadori Oscar 
Formato: Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigido 22,00€ Ebook 9,99€
Pagine: 444
Trama: Eve e Lemon hanno scoperto la verità su se stesse e l'una sull'altra. Sono cresciute legate da una solida amicizia, ma le recenti rivelazioni hanno messo in crisi il loro rapporto e le hanno allontanate (forse) per sempre. Ora però non c'è tempo per i rimpianti: l'intero Yousay è sull'orlo di una nuova guerra nucleare tra lo sciame della BioMaas Incorporated e l'esercito della Daedalus Technologies. Una situazione in cui nuove e vecchie lealtà saranno messe a dura prova, si formeranno improbabili alleanze e prenderanno corpo inaspettati tradimenti. E non è tutto, perché i sembianti sono determinati a impossessarsi di Libertas, il virus capace di liberare gli androidi dall'obbedienza alle Tre Leggi della robotica. E per farlo c'è bisogno sia di Ana Monrova, la ragazza rapita e conservata in animazione sospesa, sia della sua sembiante, Eve. Solo alla fine si scoprirà chi sono i veri eroi… e potrebbe essere davvero una sorpresa.

In questi due volumi vedremo maggiore concentrazione per l'introspezione dei personaggi secondari, che in qualche modo prenderanno le redini della vicenda. Gli scritti di Kristoff ci ammaliano per le personalità singolari che è riuscito a creare.
I loro vissuti ci forgiano la mente e ci donano elementi su cui riflettere. L'introspezione psicologica è fondamentale dosarla durante la lettura, soprattutto per un genere così complesso ma non posso fare a meno di sottolineare la bravura l'autore per aver gestito con maestria questo aspetto. 
Lemon Fresh è la vera protagonista del secondo capitolo e per lei impazzirete, poichè è letteralmente impossibile impossibile non affezionarsi. Soprattutto in rilievo vedremo la sua bontà d'animo che è come una ventata fresca durante la lettura. 

Altro punto di forza del romanzo è sicuramente il worldbuilding che come avevo già detto in precedenza è ben caratterizzato. In questi volumi non mancheranno le descrizioni quasi fotografiche dei luoghi ma ogni elemento è particolareggiato non mancheranno gli elementi cardine, e in particolare la ricercatezza che contraddistingue l'autore. 
In tutti i romanzi dell'autore si entra nel vivo attraverso l'incertezza e l'instabilità delle situazioni, il tutto mira alla nostra curiosità dove sarà difficile non cedere alla bellezza della scoperta e dei misteri da svelare. 

L'introduzione di sempre più personaggi incuriosisce a tal punto da spingerci a domandarci fin dove arriverà la penna dell'autore. Spesso ci sentiremo travolti dalle emozioni dei protagonisti, le quali divengono totalizzanti a tal punto da fondersi con il nostro essere.
Nei libri di Kristoff, spesso, vi è sempre una morale e non posso fare a meno di riscontrarla nell'ultimo volume. Dove quasi i protagonisti peccano di Ubris, quasi sentendosi superiori a "Dio". Fin dove il loro animo si spingerà? Fin dove vedremo i loro risvolti prendere il volo? Le domande che ci frullano in testa sono molte ma... Non posso fare a meno di consigliarvi questa lettura così stupefacente. 

La narrazione è semplice e coinvolgente, diretta principalmente al lettore che ci coinvolge a tal punto da lasciarci senza fiato. Il lessico è semplice, ma con dei termini ricercati per poter giocare durante la lettura.  
Jay Kristoff riesce a farci percepire la solitudine durante la guerra, contrassegnata dal suo dolore. Vi è un mondo che si apre intorno a noi, tra i personaggi e il worldbuilding vi è un'estrema ricerca e passione. Non sono mai stata amante del genere post-apocalittico e fantascientifico ma Kristoff assieme alle sue abilità riesce a coinvolgere anche il lettore più scettico. 

Sei pronto ad affrontare questa avventura?

martedì 25 ottobre 2022

Recensione: "LifeLike - Lifel1k3 series vol1" di Jay Kristoff.

Jay Kristoff torna in Italia con un libro con uno scenario post apocalittico, dove i suoi personaggi sono determinate a scoprire ciò che si cela dietro il velo. L'autore riesce ad amalgamare alla perfezione molti elementi, i quali alla perfezione funzionano all'interno del romanzo. 
Non mancheranno i piccoli dettagli, quelli minuziosi che ci sorprendono durante la lettura. 


LIFELIKE - LIFEL1K3 SERIES VOL. 1
Jay Kristoff

 

Editore: Mondadori
Formato: Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigido 22,00€ Ebook 9,99€
Pagine: 408
Trama: Eve ha diciassette anni, e l'ultima cosa di cui ha bisogno è un segreto da custodire. No, grazie, è già abbastanza impegnata a guardarsi le spalle e a districarsi tra mille problemi. Problema numero uno: il robot gladiatore che ha passato mesi a costruire è stato ridotto a un relitto fumante. Problema numero due: ha perso con gli allibratori i pochi crediti che aveva, l'unico mezzo per comprare le medicine indispensabili a Nonno. Problema numero tre: un gruppo di fanatici puritani la vuole uccidere e… che altro? Ah, sì, ha appena scoperto che può distruggere le macchine con il potere della mente. Forse ha vissuto momenti peggiori, ma non riesce proprio a ricordarseli. Quando però scopre la carcassa di un ragazzo androide di nome Ezekiel, nell'ammasso di rottami che chiama casa, tutto cambia; si mette in viaggio per salvare chi ama insieme a lui, alla sua amica Lemon e al suo compagno robotico Cricket: attraverseranno deserti di vetro nero, combatteranno contro cyborg assassini, esploreranno megalopoli abbandonate, fino a scoprire i segreti sepolti nel suo passato… anche se ci sono segreti che è meglio non portare alla luce.

I personaggi incontrati in questo libro sono tanti, e tra i più disparati. Ma il fulcro della storia è Eve, la quale vive con il proprio nonno. É una ragazza determinata, coraggiosa e pronta a sacrificarsi pur di portare avanti il suo pensiero. Ma a volte la sua determinazione potrà sembrare sconsiderata, ciò la determinerà per tutta la lettura. La sua crescita si denoterà nel corso della lettura, anche perchè il destino le serberà delle belle sorprese.
Ma Eve non è sola, al suo fianco ci sarà sempre la sua spalla e la sua roccia: Lemon Fresh. Che con il suo carattere esuberante e ricco di vita, sostiene la sua migliore amica.
Il loro rapporto si evolve durante la lettura, cresce e si denota una relazione quasi al limite della sorellanza. 

Non dobbiamo dimenticare il personaggio di Cricket, il piccolo androide creato dal nonno con l'obiettivo di essere il "grillo" parlante per la protagonista. Come ogni androide deve obbedire alle tre leggi della robotica, in particolar modo di non aggredire gli umani. 
Deve obbedire e proteggere Eve, come se fosse la sua piccola coscienza... Ma che non ascolta mai. 
L'incontro con Ezekiel cambierà le carte in tavola con il destino della protagonista. Il Lifelike conosce l'oscuro passato che si cela dietro Eve, ma non sa mai come sbilanciarsi con la sua persona. I Lifelike sono identici alle persone, solo che sono androidi, contrassegnati da varie specialità ma soprattutto per la loro rarità: poichè si ribellano agli umani e non sottostanno alle tre leggi della robotica. 

Eve sarà costretta a scappare poichè le persone come lei sono considerati abomini e uccise. Punto di forza del romanzo è: il worldbuilding poichè l'autore è riuscito a creare un mondo post apocalittico ricco di elementi che ci sorprendono per la loro peculiarità. Il tutto è mirato a colpire il lettore e per farlo curiosare tra i vari robot ma anche per scoprire la storia di quel mondo ormai disastrato. Mi sono totalmente immersa nella lettura a tal punto da percepire intorno a me le lande desolate che con la loro desolazione scavano l'anima del lettore. 
Kristoff non si concentra solo su questi elementi nel suo romanzo, ma vuole trasmetterci un qualcosa di più. Il lettore si sente travolto dal senso di ribellione e del pensiero della vita, ci si immedesima nei pensieri dei protagonisti e si sentono vive quelle emozioni che credevamo assopite da tempo.
A livello emozionale ci fa sentire pieni di voglia di rivoluzione e di andare avanti, ci travolge con la sua semplicità e schiettezza tipica dell'autore. 

La narrazione è semplice e coinvolgente, diretta principalmente al lettore che ci coinvolge a tal punto da lasciarci senza fiato. Il lessico è semplice, ma con dei termini ricercati per poter giocare con il lettore durante la lettura. 
Jay Kristoff riesce a farci percepire la solitudine durante la guerra, contrassegnata dal suo dolore. A volte ci troveremo anche schierati assieme al nemico, comprendendo le loro ragioni. E ciò che ci farà riflettere sarà proprio questo: "Chi è il vero cattivo della storia?"

E tu sei pronto a scoprire ciò che si cela dietro il cattivo? 
Aiuterai Eve a scoprire qualcosa di più sul suo passato?

martedì 11 ottobre 2022

Recensione: "Dopo Narciso la Primavera - Come uscire dal lungo inverno di una relazione tossica" di Federica Bosco.

 Non sono solita portare questo genere di letture, ma essendo futura laureanda in psicologia e avendo la tesi questo argomento del libro di Federica Bosco non potevo che approfittarne. Il narcisismo patologico e la manipolazione relazionale ad oggi è una realtà poco conosciuta, poichè celata a causa dell'abuso emotivo che il partner riceve. 
Il volume di Federica è una "guida" per metterci in guardia della persona che abbiamo accanto, ma allo stesso tempo è un romanzo che sa di rinascita e voglia di vivere. 


DOPO NARCISO LA PRIMAVERA - COME USCIRE DAL LUNGO INVERNO DI UNA RELAZIONE TOSSICA
Federica Bosco

 

Editore: Vallardi Editore
Formato: Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigido 16,90€ Ebook 9,99€
Pagine: 336
Trama: Tutti ne hanno sentito parlare, molti l’hanno incontrato, chi ci è passato non può dimenticare. La dinamica creata dal narcisista maligno prende il cervello delle sue vittime in ostaggio, ne calpesta l’identità e la fiducia in se stesse. L’amore diventa ossessione, annullamento, demolizione del sé. Federica Bosco è passata attraverso tutto questo: come lei, ogni giorno, tantissime donne (e uomini) affrontano l’incubo di una relazione tossica, perché il narcisismo patologico è un disturbo della personalità sempre più diffuso. Federica Bosco ha trovato il coraggio di non arrendersi e, con tenacia e pazienza, ha ricomposto i pezzi della sua vita, della sua anima, in un ordine nuovo. Per rinascere migliore, più forte, più solida, più vera. Soprattutto ha deciso di usare la sua esperienza e la sua penna e di metterle al servizio di chiunque ne abbia bisogno, per far sì che sempre meno persone cadano nella trappola dei narcisisti. Un libro che insegna a riconoscere i segnali di pericolo e soprattutto a uscire, con caparbietà, pazienza e un percorso strutturato, dal limbo disperato di una relazione tossica, spezzando una volta per tutte l’incantesimo della manipolazione.

Il disturbo di personalità colpisce la persona nel proprio essere e nella sua integrità, ma anche le persone che circondano queste persone sono colpite da esso. Il soggetto affetto da questa patologia, a volte, non comprende il danno che arreca a chi gli sta accanto ma altre volte è proprio lui che come un burattinaio gestisce la relazione e le sue marionette. 

La manipolazione relazionale ha una conseguente non indifferente: la dipendenza affettiva. Il soggetto si annulla, non riesce più a vivere la propria vita senza avere l'approvazione dell'altro. Ma qual è l'incantesimo che queste persone fanno su di noi? 
Federica Bosco nel suo romanzo analizza le varie sfaccettature del narcisista patologico e la manipolazione che il soggetto attua. Una manipolazione che penetra non solo nella mente ma anche nel vissuto emotivo della persona, la quale frammenta la sua vita fino a divenire l'ombra di sè stessa. 

«Le quattro regole del delitto perfetto.»

La società di oggi non conosce questa realtà, nonostante stiano emergendo più frequentemente queste persone nel vissuto delle loro vittime emotive. Il mondo di oggi abusa del termine "Narciso", non comprendendo che questa patologia non è solo costrittiva per la persona ma anche per chi vive accanto a lui. Il romanzo della Bosco ci guida verso un cammino tortuoso fatto di consapevolezza e analisi degli atteggiamenti del partner. Ci stupisce e ci risveglia dalla realtà dove non è tutto oro ciò che luccica. 

«La (sua) triste storia.
(É per agganciarti meglio, bambina mia...)»

La manipolazione relazionale è sviscerata in tutta la sua interezza, analizzando ogni sfaccettatura e comportamento del narcisista nei confronti della sua vittima. Federica Bosco senza mezzi termini ci sbatte la verità della ferita emotiva e dell'abuso sentimentale subito. Ci illumina su quali possano essere i campanelli di allarme in una relazione, ci dimostra quali siano i comportamenti disfunzionali che forse per alcune/i sono la quotidianità. Come una ventata gelida le sue parole ci penetrano nelle ossa e nell'animo mettendoci in discussione. 
Ma poi arriva la rinascita, il momento in cui l'incantesimo svanisce e rimane solo il marcio di ciò che si è vissuto ed è in quel momento in cui ci si deve sollevare da terra.
É in quel momento che il nostro essere deve essere messo in discussione nonostante i vacillamenti e il nostro cuore che ci urla che dobbiamo finalmente guarire. La Bosco ci incita con parole forti ad andare avanti, ci convince coi suoi consigli a non mollare la presa e a non ricadere nella trappola emozionale che è stata creata ad hoc per noi dal narcisista. 

«La terapia d'urto.
Dalla morte alla (ri)nascita.»


Questo romanzo nasce da un'attenta ricerca e piena di fonti utili da analizzare personalmente. La Bosco con la sua penna pungente e dai tratti delicati ci inserisce in una realtà fatta di dolore e buio, ma che tutto ciò può essere trasformato nella luce più radiosa. Essendo un argomento che mi ha accompagnato per tutto il percorso di tesi, devo dire di esser rimasta piacevolmente sorpresa che un'opera così provenga un'autrice attenta e doviziosa, poichè molti dei testi che si trovano sull'argomento sono in inglese. 
Non posso fare a meno di consigliare questo libro per scoprire e realizzare che l'amore non è tutto oro ma neanche tutto buio. L'amore ci dà la vita, soprattutto quello verso il nostro essere che è il motore della nostra rinascita.

In un mondo di Narcisi tu sii un Girasole.

martedì 27 settembre 2022

Recensione: "Demone del Bosco" di Leigh Bardugo.

 Leigh Bardugo sbarca con questa graphic novel sul cattivo più "ammirato" della trilogia di "Tenebre e Ossa". Sono stata sempre affascinata dal suo personaggio, in particolar modo dal suo passato e dal perchè lui sia diventato quello che è.
L'Oscuro ha un passato segnato dalla sofferenza, un ragazzo all'inizio ingenuo ma dai tratti già forti e caratterizzanti del suo essere. I suoi sogni sono grandi e forse anche sinonimo di perdizione.


DEMONE DEL BOSCO
Leigh Bardugo & Dani Pendergast


Editore: Libri Mondadori 
Formato: Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigido 19,90€ Ebook 9,99€
Pagine: 216
Trama: Eryk e sua madre, Lena, hanno trascorso la loro esistenza fuggendo incessantemente da un luogo all'altro, con la convinzione che, forse, per loro non esista proprio un porto sicuro. Perché entrambi non solo sono Grisha, ma sono i più potenti e letali tra loro. Temuti da chi vorrebbe ucciderli e braccati da chi vorrebbe sfruttarne i doni, devono cercare di tenere nascoste le loro capacità ovunque vadano. Ma talvolta i segreti più pericolosi trovano comunque il modo di venire a galla... Questo graphic novel, scritto da Leigh Bardugo e illustrato da Dani Pendergast, è il prequel di "Tenebre e Ossa", tassello indispensabile del GrishaVerse che permette di gettare un po' di luce sulle origini di un destino tanto grandioso quanto sinistro, quello del temuto e potentissimo Oscuro.


L'Oscuro che incontriamo nella trilogia di "Tenebre&Ossa" è ormai un uomo segnato dal peso del tempo. Un villain accecato dal suo sogno di gloria.
Allo stesso tempo non posso negare di aver empatizzato sin da subito con il suo personaggio. L'Oscuro altro non è che frutto di una società dove i Grisha venivano perseguitati, ma allo stesso tempo i suoi sogni sono creati da un potere ben più grande di lui. In questa graphic novel ci ritroviamo davanti a un semplice ragazzo. Dai tratti ingenui e a volte singolari, che nascondono quel pizzico di furbizia che lo contraddistinguono come personaggio. 
La sua identità deve essere celata, così come il suo nome Aleksander che a momenti quasi sfuma nei suoi ricordi. Leigh Bardugo ci fornisce degli stralci della sua adolescenza segnata dal dolore e si può dire anche da traumi. Il villain che noi tutti conosciamo è un personaggio complesso e articolato, con sfumature che possono ammaliare e allo stesso tempo inorridirci per via del suo animo così buio. 


I dettagli fornitoci in questo volume riescono a farci comprendere quel piccolo vuoto nell'animo del Grisha più temuto.
L'Oscuro non è altro che un semplice ragazzo, ma a causa dell'evoluzione degli eventi sarà costretto a diventare l'uomo che conosciamo.

La graphic novel è ricca di dettagli interessanti sia nelle tavole che nei colori scelti. Vi è una prevalenza dei colori forti, come se l'Oscuro debba essere in risalto per via dei suoi colori cupi. Vi è la particolarità dei dettagli, cosa fondamentale in modo da non lasciar spazio all'immaginazione. 
Leigh Bardugo ci fornisce una lettura piacevole e scorrevole, attraverso delle tavole particolareggiate. Sono sempre più curiosa della vita di questo villain e spero che l'autrice ci fornisca, ancora, qualche dettaglio in più!


Fiondatevi in libreria, alla scoperta del personaggio più temuto: l'Oscuro!