venerdì 6 novembre 2020

Review Party: "Primordia - L'alleanza" di J.A Windgale.

Parlare di "Primordia - L'alleanza" non è affatto semplice. Credo fortemente che certi libri capitino al momento giusto, ed è stato così. Il coraggio di Fendra intinge le pagine del romanzo, assieme alla sua determinazione che ci fa credere in un mondo migliore. Primordia è magia, forza ma anche sfidare sè stessi. L'autrice è riuscita a trasmettermi molto, in questo momento così particolare e grazie al suo libro che sono riuscita a volare assieme ai draghi.


PRIMORDIA - L'ALLEANZA
J.A Windgale

 

Editore: Self-Publishing
Formato: Copertina Flessibile & Ebook
Prezzo: Flessibile 12,90€ Ebook 2,99€
Pagine: 278
Trama: Sono passati trent’anni da quando Venohr ha distrutto l’Alleanza e il mondo non ha ancora smesso di bruciare. Ombre calpestano la terra, sussurrano nel buio, trasformano la carne. E gridano. Fendra lo sa bene, è per questo che si è arruolata ad Asterya. Per combattere i mostri. Ma essere un Aster non basterà a proteggerla dal dolore, perché l’oscurità si nasconde nei luoghi più impensati. Inizierà così un viaggio pericoloso al fianco dei compagni di una vita e imparerà che la verità è questione di punti di vista. Tra combattimenti e incantesimi, creature e trafficanti di magia nera, Fendra scoprirà che non tutto è come sembra e che non tutti possono essere salvati. Primordia non è più un luogo sicuro. Combatterai con Asterya o cadrai preda delle ombre?

Fendra ha sempre sfidato sè stessa, sin da bambina. La sua determinazione è palpabile in tutto il romanzo. Le sue urla di dolore ci squarciano il cuore e ci fanno comprendere che non sempre le tenebre possono essere così spaventose. La protagonista riesce ad entrare subito in sintonia col lettore, ci trasporta dentro un turbinio di emozioni non indifferente.
D'altro canto, la giovane dentro di sè nasconde un lato "tenebroso" costellato da incubi e paure, ma anche dalla sua voglia di vivere e combattere. Il suo personaggio è ricco di sfumature, dove ognuno di noi riesce ad indentificarsi. Durante il corso della lettura Fendra cresce e matura, comprende il dolore e ce lo fa apprezzare nonostante tutto il sentimento negativo che esso comporta. 
Essere un Aster comporta grandi responsabilità, bisogna proteggere tutti e tutto per mantenere un equilibrio ma Fendra riuscirà a salvare chi ama?

Nel suo viaggio sarà affiancata dai suoi più fedeli amici: Drewan, Will ed Hale. Sembrano l'accoppiata perfetta per un viaggio, ma anche loro come la protagonista principale hanno delle luci e ombre. Drewan, è la sua guida ma anche l'amico con cui è potuta crescere (non solo a livello fisico ma anche emotivo). Il loro legame non si basa sulla semplice amicizia, ma è un rapporto di fratellanza. Differente è il rapporto con Will, un ragazzo molto importante poichè è il principe a cui è destinato al trono. Fendra e Will si comprendono attraverso uno sguardo, trovano conforto l'un l'altro attraverso d'esso. Il giovane è enigmatico, criptico e allo stesso tempo lo comprendiamo poichè è un principe. Credo che nei prossimi libri tra i due si potrebbe instaurare qualcosa di più di una semplice amicizia.
A differenza dei due compagni di viaggio, citati su, il rapporto con Hale è diverso. Hale conosce l'animo della protagonista, la conosce come le sue tasche e combatte assieme a lei per scovare la guerra che infiammerà Primordia. L'uomo è più di un amico o di un semplice confidente, è la luce che Fendra insegue nei suoi momenti di buio più totale. 
I quattro partono per un viaggio che li segnerà molto, un'avventura senza freni dove i mostri non si nascondono solo nei nostri sogni ma vivono nella quotidianità. 

"Non avere paura del buio.
I mostri non esistono, non c'è niente in agguato sotto il letto."
"Primordia - L'alleanza" ci trasmette dei messaggi ben chiari, proprio come un buon fantasy che si rispetti. La contrapposizione tra buio e tenebre, quest'ultime che non ci sembrano così spaventose ma ci ammaliano e comprendere l'animo umano. L'amicizia è il fulcro della storia, dove la nostra Fendra riesce a farci comprendere che sacrificherebbe tutto per la sua "seconda famiglia". Perchè si sa, i nostri amici sono la famiglia che ci siamo scelti e forse anche capitati. E attraverso il personaggio di Fendra, comprendiamo quanto sia importante circondarsi delle persone giuste per farci amare ogni sfumatura di noi stessi.
Ma il romanzo non ci insegna solo questo, ci insegna anche ben altro ovvero: sfidare noi stessi in tutto e per tutto. L'impossibile non esiste, bisogna lottare con unghie e denti per poter sopravvivere. Per fare ciò bisogna uscire dalla confort zone che ci siamo creati, e Fendra e la sua "banda" fanno questo. Rompono ogni schema, e grazie alla giustizia e al coraggio che si distinguono per il loro essere. 

I mostri che conosciamo sono scomparsi, non sono i draghi che popolano i cieli. Ma sono un qualcosa di oscuro e come un parassita infetta la povera vittima. Le Morh, sono qualcosa di oscuro ma allo stesso tempo pericolose ma quelle che ci fanno tremare le gambe sono le Darhen Morh. Quest'ultime non sono solo più pericolose, ma anche più difficili da uccidere. L'autrice ci accompagna nel buio più profondo, dove risiedono le nostre paure e assieme a Fendra cavalcheremo un drago pronti alla rivoluzioni. 

Il world building è ricercato e mirato a stupire il lettore, ma ha una piccola pecca mi sarei aspettata più descrizioni di alcuni luoghi. L'introduzione alle creature fantastiche ci fa addentrare ancora di più nel romanzo, coinvolgendoci e stupefacendoci al punto giusto. 

"Non ho paura, è qualcosa di diverso. Mi sento piccola. In questo cielo così vasto non sono che un puntino, troppo lontano per essere messo a fuoco. Pensiamo sempre di poter fare la differenza, ma siamo solo dei punti su una pergamena azzurra."

La narrazione avviene in prima persona, attraverso gli occhi di Fendra verremo totalizzati nella storia. Da lettrice di fantasy prediligo la terza persona per quanto riguarda la narrazione, ma l'autrice è riuscita a pieno a coinvolgermi con la visione della protagonista. Perchè è stata capace non solo a illustrarci le vite dei protagonisti, ma anche a fornirci la loro psicologia in tutta la sua assenza. Una nota dolente a mio parere è il lessico, mi sarei aspettata una scelta stilistica più forbita e ricercata, ma ovviamente non ha compromesso in nessun modo il romanzo. I valori che ci vengono insegnati sono molti, e sono felice che questo libro sia capitato al momento giusto della mia vita. Un libro consigliato non solo agli amanti del genere, ma anche destinato a un pubblico adolescente. Sono molto curiosa per il seguito di Fendra, e seguendo Juls su Instagram so che uscirà "presto". 

Siete pronti a volare in sella a un drago? Vi avventurere assieme a Fendra, e ai suoi fedeli compagni, in una storia ricca di valori e magia.

2 commenti:

  1. Questo libro mi ha incuriosito sin dalla prima volta che ne ho sentito parlare! La trama sembra originale e intrigante, cose al giorno d'oggi ahimé non tanto frequente 😕
    Spero di riuscire presto a leggerlo!

    RispondiElimina
  2. Sembra proprio un bel fantasy, appena terminerò le mie letture cercherò di procurarmelo.

    RispondiElimina