sabato 28 marzo 2020

Segnalazione: "RevenHunt" di Bellard Richmont.

Buongiorno cari lettori, oggi sul blog vi parlo di un libro in uscita il 2 aprile, l'autore Bellard Richmont nella live tenuta su un gruppo facebook è riuscito non solo a catturarmi con questo nuovo romanzo ma anche con le sue idee. Un romanzo diverso dal solito, che colpisce anche guardando la sua copertina. Ma ora scopriremo assieme qualche informazione in più...

Info:
Titolo: RevenHunt
Autore: Bellard Richmont
Editore: Immagina di essere altro (I.D.E.A)
Data di pubblicazione: 2 aprile 2020
Formato: Cartaceo
Prezzo: 14,90€
Sinossi: RevenHunt è un romanzo urban fantasy con venature thriller e horror, all’apparenza, nelle primissime pagine, può sembrare un libro qualsiasi, poi la storia di Davon Hunt evolve e ti scava nell’anima. Sette segrete, indagini di polizia, omicidi… Cosa c’entra Devon, semplice tatuatoredi Cross Road?

Vi lascio un piccolissimo estratto...


Una città, due mondi.Un corpo, due anime.Una vendetta consumata sul filo che divide il thrillerdall’horror.
«Ora ti faccio una domanda, ragazzo. Ma tu che cazzo cifai qui? Tu non sei come i figli di puttana che mi stringonola mano ogni sera. Sei uno che aveva una vita normale.»Cos’è cambiato in Devon?«Qui la gente si vende, si compra e muore.»Un urban fantasy che parla dell’amore oltre l’odio e diuna vendetta covata per anni.«I morti devono stare con i morti, ragazzo. Hai già vistoquel che succede dall’altra parte, giusto?»


 Aspetto davvero con ansia l'arrivo di questo libro, quindi segnatevi assolutamente la data d'uscita! Lo leggerete? Avete dei titoli simili da consigliarmi?

giovedì 26 marzo 2020

Recensione:"A discovery of witches - Il libro della vita e della morte" di Deborah Harkness.

Rinnegare la propria natura o far fluire al di fuori la nostra magia? Sono le domande che Diana si pone da quando ha sette anni. Diana Bishop, una donna difficile e complessa, che pian piano ci farà affrontare le sue paure e le sue insicurezze trasportandoci nell'avventura. Deborah Harkness, è riuscita a scrivere un libro che trasuda magia da tutti i pori, dove ogni aspetto magico è necessario per l'esistenza... Ma la magia non è solo rose e fiori, vorrà sempre qualcosa in cambio. E da Diana cosa vorrà? Cosa dovrà sacrificare questa volta?


Info:
Titolo: A discovery of witches - Il libro della vita e della morte
Autrice: Deborah Harkness
Editore: Edizioni Piemme 
Pagine: 753
Formato: Cartaceo/Ebook
Prezzo: 19,90€ Cartaceo/ 7,99€ Ebook
Sinossi: Quando Diana Bishop, una giovane storica studiosa di alchimia, scopre nella biblioteca Bodleiana di Oxford un antico manoscritto che vi era rimasto celato per secoli, non si rende conto di aver compiuto un gesto decisivo per la sua vita. Discendente da una stirpe di streghe, dopo la morte in circostanze misteriose di entrambi i genitori Diana aveva scelto di bandire la magia dalla propria esistenza. Ma la sua vera natura non è facile da relegare nell’ombra. Ora il potere del manoscritto è più forte di ogni sua decisione e, nonostante tutti i suoi tentativi, non riesce a metterlo da parte.Ma non è la sola a sentire con prepotenza l’attrazione per quell’antico testo, che nasconde oscure verità, incantesimi e sortilegi. Perché le streghe non sono le uniche creature ultraterrene che vivono a fianco degli umani, ci sono anche demoni, fantasiosi e distruttivi, e vampiri, eternamente giovani, e tutti sono interessati alla scoperta di Diana.Uno in particolare si distingue dagli altri, Matthew Clairmont, un vampiro, professore di genetica appassionato di Darwin. Il cui interesse per il manoscritto viene presto superato da quello per la giovane strega. Insieme intraprendono il viaggio per sviscerare i segreti celati nell’antico libro.Ma l’amore che nasce tra loro, un amore proibito da leggi radicate nel tempo, minaccia di alterare il fragile equilibrio esistente tra le creature e gli umani e di scatenare un conflitto che può avere conseguenze fatali.
 Diana ha una psicologia molto complessa, per più della metà del libro ci troviamo di fronte ad una donna di quasi 30 anni totalmente in preda alle sue emozioni. Una donna che inizialmente sembra essere senza spina dorsale, ma a durante la lettura diviene tutto un crescendo. Diana cambia, cresce e forse riesce a finalmente a realizzare e a comprendere la sua natura. Ovviamente vi sono degli elementi della sua personalità che mi hanno fatto storcere il naso, poiché la sua testardaggine delle volte ci fa perdere il fulcro della storia. La protagonista porta il nome della Dea Diana, conosciuta nel mondo greco con Artemide, dea della caccia, protettrice degli animali selvatici e della fertilità. 
Che la discendenza della ragazza abbia a che fare con la Dea? O vi sono oscuri segreti che la protagonista dovrà ancora scoprire sul suo conto?

D'altro canto, Matthew colma alla perfezione le insicurezze di Diana. Lui è una creatura della notte, con il suo atteggiamento gelido e impostato sembra che nessuno gli resista. Inizialmente il suo personaggio assomiglia ai soliti bad-boy, che si incontrano nei romance ma quando verranno a galla anche i suoi segreti più oscuri egli ci appare totalmente da come lo avevamo immaginato. Alcuni atteggiamenti sono sempre molto protettivi nei confronti di Diana, ma Matthew sembra comprenderla e riesce a rassicurare quello che lei ancora non riesce a comprendere. E' un uomo di scienza e anche molto acculturato, di lui ci cattureranno i suoi atteggiamenti vecchio stampo. E ci farà sognare con i suoi racconti sul suo passato. Ma una strega e un vampiro sono destinati a stare assieme? Cos'hanno in comune? 


"La mia vita adesso ha un inizio, uno svolgimento e una fine. Tutto ciò che è accaduto è stato solo un preambolo. Adesso ho te."
La relazione tra i due inizia così per caso, come se il destino avesse in serbo per loro grandi cose. Seppur queste grandi cose, Diana corre un gran rischio ad esporsi così tanto. Sono due creature che non devono esporsi agli umani, si corre un grande rischio. Ma Matthew è un uomo di grandi vedute, sa sempre che strada intraprendere nonostante le incertezze iniziali della protagonista. 

La psicologia dei due, dopo un inizio un po' travagliato, ha iniziato ad appassionarmi e il voler conoscere ancora di più la loro storia mi ha fatta proseguire nella lettura più invogliata di sempre. Diana è una donna profonda, che soffre per la perdita prematura dei genitori ma con l'arrivo del giovane scienziato nella sua vita la farà cambiare. Una crescita forse inevitabile per la protagonista, una scelta consapevole di dover finalmente combattere. 
I protagonisti secondari, seppur la loro psicologia non sia definita, ci appaiono nella nostra quotidianità, li sentiamo reali e vivi fino a vederli camminare assieme a noi nella prossima (dis)avventura.


"La normalità è una favola che gli umani si raccontano per sentirsi meglio quando si trovano costretti a riconoscere che la maggior parte di ciò che accade intorno a loro non è affatto normale."
 L'azione e il worldbuilding si svolge in 3 luoghi principali. Inizialmente ci sembrerà di passeggiare tra le grandi facoltà di Oxford, di sentire l'odore dell'erba appena tagliata e veder le prime foglie cadere giù da ogni albero. Poi ci sposteremo in Francia dove il suo tempo uggioso ci colmerà il cuore... E infine in una cittadina in America, dove il caldo e le alte temperature ci scalderanno la pelle. I luoghi hanno una descrizione fotografica, ci sembra di essere realmente teletrasportati all'interno del libro. Si riesce a cogliere ogni singolo particolare, a scovare ogni minuzia ed affezionare ai vari luoghi visitati dai protagonisti.

Elementi chiave del romanzo sono: l'alchimia e la magia. Ogni componente magica o di stregoneria, è mirata a stupire il lettore. Ogni elemento è ricercato con minuzia per donare alla storia quel tocco di originalità che non si potrebbe mai dimenticare. L'amore per l'alchimia, i testi alchemici con le annesse spiegazioni sono dettagliati e stupefacenti... 

La storia è intrisa di fantasy, amore e mistero. La ricerca del manoscritto sarà realmente motivo di rivoluzione? O dietro di esso c'è ben altro? 
I vampiri, le streghe e i demoni stanno per giungere a qualcosa di più grosso e grande di loro. La minaccia è imminente e Matthew lo sa, conosce il prezzo che si deve pagare per le loro azioni. Diana sarà all'altezza? Riuscirà finalmente a cedere alla sua vera natura? 


"Tutto ebbe iniziocon l'assenza e il desiderio.Tutto ebbe inizio con il sangue e la paura.Tutto ebbe inizio con la scoperta delle streghe."

L'autrice ha uno stile narrativo scorrevole e diretto, riesce a trasportarci all'interno del libro solo con poche parole. Gli elementi caratterizzanti sono i dettagli, che come detto in precedenza, sono mirati e particolari per un lettore che si approccia a una lettura del genere. Il lessico utilizzato è ricercato, vi sono termini semplici ma alcuni forbiti e adatti al contesto di cui si sta trattando. La Harkness ammetto che è caduta in uno dei cliché che mi ha fatto storcere di più il naso, ovvero l'insta-love (la relazione tra i due è troppo passionale dopo un semplice approccio. Avrei preferito qualcosa di più concreto e che andasse di pari passo con la crescita personale dei due protagonisti. Poiché, talvolta, i sentimenti sembravano persino irrealistici per la situazione che la protagonista stesse vivendo. L'autrice mette tanta carne al fuoco, e ci dona elementi e spunti in vista del secondo romanzo. Il libro seppur di 753 pagine, a mio parere, andrebbe sfoltito un po' per degli elementi superficiali e non attenenti alla storia. 
Il finale mi ha tolto il fiato, mi ha sorpreso e allo stesso tempo mi ha fatto riflettere. Il primo libro della "Trilogia delle anime" ci fa affacciare a una storia totalmente diversa dai canoni che conosciamo. Una storia che ci ammalia e intriga dalle prime pagine, si prospettano varie peripezie per i nostri personaggi e sono davvero curiosa di scoprirli nei prossimi volumi.
Diana e Matthew saranno finalmente all'altezza della situazione? La storia è appena cominciata, e tu sarai all'altezza dei pericoli a cui potresti andare incontro addentrandovi?


VALUTAZIONE LIBRO:







Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Edizioni Piemme.

martedì 17 marzo 2020

Nella tana del Bianconiglio.



Buongiorno lettori, anche se mi piacerebbe chiamarvi brucaliffi visto che su Instagram ormai siete denominati così. Ho aspettato un bel po' prima di riprendere questa rubrica... Infatti le presentazioni librose saranno molte, alcuni saranno libri che ho già letto e recensito... altri saranno prossimi alla lettura. Chi lo sa se questa volta riuscirò a rispettare una TBR? Forse... O forse no, perchè mi rendo conto di essere davvero imprevedibile alle volte. Ma ora, scopriamo assieme tutti i titoli che sono arrivati qui nella tana del Bianconiglio.


Iniziamo con questi due libri. Un anno fa in anteprima vi parlai de "Il tuo nome sussurrato ai miei sensi". Il libro era ancora in campagna crowdfunding, quindi assieme ad altre blogger decidemmo di dedicargli un blogtour. Scelsi la tappa dedicata all'importanza delle decisioni (click qui) e devo ammettere che il libro è costellato da decisioni importanti se non vitali. Caterina Frecentese ci presenta un libro dolce e delicato. Un'esperienza di vita che ognuno di noi dovrebbe conoscere e vivere attraverso la sua lettura. 
Sempre attraverso la campagna crowfunding e la solita crew di bloggers, decidiamo di dedicare un blogtour a "Fenix e la chiave di Thuta"(click qui). Uno dei fantasy che mi ha appassionato maggiormente, mi è rimasto dentro per la sua scorrevolezza e per l'originalità che troviamo all'interno del romanzo. Per gli amanti del fantasy, e per chi si vuole avvicinare al genere, lo consiglio vivamente. Spero di poterli rileggere durante quest'anno, mi sono emozionata a ricevere le copie cartacee perché ciò significava che le due autrici hanno realizzato il loro sogno: ovvero quello di pubblicare definitivamente.



Ed ecco che con ansia e stupore arriviamo a parlare dei due libri più chiacchierati del momento. Spero che Cassandra Clare non mi deluda questa volta, sono davvero emozionata di conoscere questa trilogia e non vedo l'ora di leggerla e farne parte. "Shadowunthers - La catena d'oro" sarà una delle mie prossime letture, si spera visto che sto procedendo come una lumaca negli ultimi tempi (ahimè la vecchiaia).Dopo questo piccolo off-topic arriviamo al libro della nuova trilogia di "Aurora Rising", scritta a quattro mani da Jay Kristoff & Ami Kaufman. Ho letto e recensito il libro, mi è piaciuto ci sono stati dei momenti di piena euforia e altri che mi hanno fatto storcere il naso. Il libro ha un bel potenziale, sono curiosa di leggere il seguito della serie anche per scoprire tutte quelle domande irrisolte di cui vi ho citato nella recensione (click qui).



Altro titolo super chiacchierato del momento, ovvero: "Loki - Il giovane Dio dell'inganno"e ve ne ho giusto parlato un paio di settimane fa (click qui). Una lettura davvero piacevole e scorrevole, il libro si legge da sè. Grazie a Mackenzi Lee sono riuscita a pieno a scoprire l'animo di questo giovane ragazzo, poichè all'interno del libro ci ritroviamo un ragazzino inesperto ma allo stesso tempo molto combattuto sul suo destino. Un libro leggero e adatto a questi giorni di quarantena, se si vuole qualcosa di fresco e scorrevole.
"A discovery of witches" è la mia lettura attuale, sto leggendo molto lentamente il libro ma ammetto che sono molto curiosa sui risvolti al suo interno. Molti hanno pareri contrastanti, visto anche la serie TV di cui esso n'è la base. Avevo iniziato il primo episodio della serie, ma mi stava annoiando così ho deciso di leggere prima il libro e poi forse vedrò la serie Tv. Anche per una visione più ampia, e sono curiosa di cosa hanno messo in scena di questo librone di 700 pagine.



Ultimo, ma non meno importante, è "Layla" di Massimo Piccolo. Sarà una delle letture subito dopo il libro della Clare. Il libro mi ha letteralmente stregato grazie alla sua copertina, ma anche la trama non è da meno. Ho letto molti pareri positivi a riguardo e non vedo l'ora di leggerlo per poter dare finalmente la mia opinione a riguardo. 



La rubrica giunge al termine, ringrazio una delle librerie di mia madre che sta letteralmente esplodendo per farmi da sfondo. Questa volta nella Tana del Bianconiglio, vi è proprio un bel bottino! 
E voi cosa ne pensate di questi titoli? Avete fatto qualche acquisto libroso di recente? 







I libri nelle foto sono stati omaggiati dalle rispettive Casa Editrici.

venerdì 13 marzo 2020

Che cosa ho ricevuto da Pop In a Box?


Per chi mi segue su Instagram a inizio del 2020 mi sono arrivati in collaborazione con Pop In a Box! Oggi vi illustrerò i vari funko, con le novità in arrivo e i vari abbonamenti del Sito. Per scoprire questi fantastici Funko Pop, non perdetevi assolutamente questo articolo!

Ed ecco a voi i Funko che ho ricevuto...

Il primo che vi mostro è a tema "Harry Potter", e infatti in questo articolo ci discosteremo poco dal tema magico. Il Funko in questione è Remus Lupin, le cose che colpiscono sono i dettagli. Oltre alle "rifiniture", le cicatrici del volto di Lupin sembrano quasi in rilievo come se fossero reali. Questo Funko fa parte di una prima edizione n 51°.






Ancora non ci discostiamo dal mondo di Harry Potter, e quindi il secondo Pop! che vi propongo è "Hermione Granger a Erbologia". Anche questo Pop è molto rifinito e dettagliato, ma il particolare che colpisce è la Mandragola, super arrabbiata" che Hermione tiene in mano. Questo funko fa parte di "un'edizione speciale" di Harry Potter ed è il n57°.




Il terzo, sempre a tema della magia, è un movie moment. E credo che sia tra i Funko più belli che io abbia ricevuto al momento, ovviamente è "Ron sullo scacco". Anche qui i dettagli non mancano, in particolare sul cavallo. Anche questo fa parte di un'edizione speciale ed è il n82°.





Il quarto ed ultimo Funko Pop è dedicato a Kingdom Hearts 3, ed è il Pop! di Vanitas. Particolare e rifinito è il Kayblade che Vanitas tiene in una mano. E' il Pop! di un'edizione classica n490°.






Potete trovare moltissimi Pop sul sito, click qui
Oltre a questi Pop con l'arrivo della fiera si potranno preordinare dei Funko prettamente esclusivi. Il sito offre anche un abbonamento mensile, che tempo fa avevo illustrato ma mi farebbe piacere parlarvene ancora.

Pop In A Box offre un servizio di abbonamento mensile grazie al quale si possono ricevere 1, 2, 3, 6 o 12 Pops a casa propria ogni mese, senza mai ricevere doppioni, Pops non desiderati o già presenti nella propria collezione.

Ma in che modo si può evitare di ricevere doppioni? Semplice basta creare un proprio account sul sito e selezionare con il pollice in giù tutti i pop che già si possiedono. In questo modo avrete più certezza di ricevere nella box solamente pop nuovi! Col il pollice in su, invece, andrete a selezionare i pop che desiderate.

Se si lasciano dei Pops neutri, verranno selezionati nel caso in cui nessuno dei Pops in wishlist sia immediatamente disponibile. A quel punto si può passare all’acquisto dell’abbonamento: c'è il classico, che comprende Pops di tutte le categorie, o quelli tematici (ad esempio Marvel, Supereroi, TV, Film, Game of Thrones, Star Wars, etc).

Ogni mese il sistema di Pop in a Box sceglierà dei Pops a sorpresa dalla wishlist da inviare agli abbonati.
Tutti gli abbonati sono clienti VIP, e hanno il 10% di sconto su tutti gli ordini e l’accesso allo Shop Segreto VIP, dove il giorno 1 di ogni mese aggiungiamo un sacco di nuovi Funko Pop! Esclusive ed Edizione Limitata solo per i nostri abbonati.

Per gli appassionati dei Funko è un'occasione unica, io ormai ho quasi completato la libreria tra i libri e Funko. E voi avete dei Funko Pop, o vi piacerebbe averne? Qual è il vostro preferito? Se non li avete quale vorreste?

lunedì 9 marzo 2020

Review Party:"Aurora Rising" di Amie Kaufman & Jay Kristoff.


Manca solo un giorno all'uscita di questo libro, "Aurora Rising" è un romanzo scoppiettante ma allo stesso tempo ci dona degli spunti su cui riflettere. La moltitudine dei personaggi al suo interno ci mostra una visione colorata della Legione, comandata dal giovane leader Tyler. La Legione ha una missione particolare da portare avanti, ma la giovane Aurora si catapulta nelle loro vite... Il destino sarà magnanimo con loro? O usciranno indenni dalla loro spedizione nella Galassia?

Info:
Titolo: Aurora Rising
Autori: Amie Kaufman & Jay Kristoff
Editore:Mondadori Libri
Pagine: 350
Formato: Cartaceo/Ebook
Prezzo: 19,90€ Cartaceo/ 9,99€ Ebook
Sinossi: Anno 2380: ai cadetti dell'ultimo anno dell'Accademia Aurora sta per essere affidata la prima vera missione. Tyler Jones sa che, proprio perché è il migliore del suo anno, potrà reclutare la squadra dei suoi sogni. Peccato che, a causa del suo comportamento sconsiderato, come punizione gli vengano assegnati d'ufficio i cadetti scartati da tutti gli altri capisquadra, quelli con cui nessuno vorrebbe mai lavorare. Proprio lui, l'allievo più talentuoso dell'Accademia sarà al comando di una vera e propria banda di disperati: una diplomatica, cintura nera di sarcasmo, una scienziata sociopatica con la tendenza a sparare ai suoi compagni, uno smanettone geniale e dall'ironia pungente, un guerriero alieno con seri problemi di gestione della rabbia, una pilota abilissima con un leggerissimo debole per Tyler. Ma non è nemmeno questo il suo problema principale. Infatti, solo dopo aver risvegliato da un sonno lungo duecento anni la misteriosa Aurora Jie-Lin O'Malley, Ty scopre che proprio lei potrebbe innescare una guerra rimasta a lungo sopita e che, ironicamente, proprio la sua squadra di disperati potrebbe essere l'ultima speranza di salvezza per l'intera galassia. Comunque: niente panico!
I personaggi che ci vengono proposti all'interno del libro sono tra i più bizzarri, e inizialmente mal assortiti tra di loro. Il primo che spicca sicuramente è Tyler Jones, è l'Alpha ovvero il capitano del gruppo. Ogni membro della squadra deve rispondere ai suoi comando. Come leader è un ragazzo tenace e determinato, ma allo stesso tempo in lui si denota una dolcezza e una bontà unica. Tyler, ha la costante determinazione a dover soddisfare la memoria del padre defunto, ma nella sua missione egli non sarà solo
Affiancato alla figura del giovane leader, ecco che spicca in tutta la sua scoppiettante personalità la sorella gemella di quest'ultimo. Scarlett è trasgressiva e non riesce a sottostare alle regole che le vengono imposte, ma allo stesso tempo il suo animo è dolce e protettivo per coloro che ama. I gemelli verranno affiancati di Aurora, Kal, Finian, Cat e Zila. Ammetto di aver amato questi personaggi e tra questi soltanto due hanno fatto breccia nel mio cuore. 

Il personaggio Zila, è forse quello che mi ha colpito maggiormente. La ragazza è un cervellone, ma incompresa, sta sempre in disparte ed ama tantissimo le sue pistole. E' introversa e misteriosa, ammetto di essermi sentita lei al 100%

Aurora, non sa chi è e nè perchè sia finita in mezzo a questa missione all'apparenza suicida. Ricorda il suo passato, i suoi cari e la sua città ma ormai è tutto distrutto. Ormai nulla la porterà indietro, sono passati ben due secoli da quando è stata "congelata" durante una missione verso Octavia III. Si sente sperduta ed indifesa, ma durante il libro si rivela essere più preziosa di quanto pensa. La ragazza acquisterà la sicurezza necessaria per poter andare avanti nella missione, ma riuscirà ad affrontare uno dei misteri più oscuri?


"Le stelle brillano oltre i vetri antiesplosione. Il vuoto si estende quanto l'eternità."
 I personaggi non saranno i più caratteristici o unici, ma creano affinità col lettore stesso. Il lettore tifa per loro e soffre con loro, anche se alcuni a mio parere potevano essere esclusi dal racconto o delineati con maggiore psicologia. Infatti nonostante abbiamo delle informazioni cardine sui personaggio, ci sono degli elementi che mancano. E la mancanza di essi ci fa solo viaggiare con la fantasia, senza fornirci una psicologia delineata dello stesso personaggio. 

Gli intrighi tra i personaggi, sono uno dei punti forti del libro. Ogni relazione che sia di amicizia o velato "amore", ci coinvolge a tal punto da voler sapere sempre di più. Infatti gli autori utilizzano diversi POV, ovvero i punti di vista, dei personaggi per raccontare la loro versione della storia. E ciò contribuisce ad ammaliarci ma allo stesso tempo renderci partecipi a 360°.


"Il tuo problema è che sai come funziona tutto, tranne le altre persone."
L'azione abbonda per tutto il libro ma, in molti casi, rimane fine a se stessa: i misteri e risposte, vengono concentrate principalmente nelle ultime pagine e ciò mi ha fatto annoiare. Per riprendere la situazione sarebbe bastato insirerire qualche risposta in più  metà romanzo. Senza forzare su inseguimenti intergalattici e creature sconosciute, che inizialmente può sembrare una trovata originale. Ma a lungo andare nel romanzo, sembra solo un modo per allungare il brodo. Sicuramente il romanzo ha dei difetti così come dei pregi, infatti vi sono punti emozionati e ricchi di pathos. E nonostante ciò ci troviamo a tifare o a temere per la vita di ogni personaggio. 


Il world-building è accennato, ma quel poco che ci forniscono gli autori è veramente eccezionale. Ogni pianeta/Galassia che ci troviamo di fronte è unica e particolare nel suo genere, come anche i suoi abitanti. Ma saranno così ospitali gli "alieni" di questi posti? O incorreranno in un'inutile guerra intergalattica?

"Noi la Legione
Noi la Luce
Che brilla audace e la notte riduce."

La narrazione è fresca e scoppiettante, all'interno del libro troviamo i vari punti di vista dei personaggi. Quindi noi viviamo la nostra storia con 7 occhi diversi, con delle emozioni e sentimenti totalmente differenti. Il lessico utilizzato è semplice, ma allo stesso tempo canzonatorio ed originale. Troviamo nuovi termini e nuove situazioni intriganti per la lettura che ci viene posta. I colpi di scena non mancheranno, ma nonostante ciò alcuni di essi risultano agli occhi del lettore forzati e controproducenti per la lettura. Ci sono stati momenti in cui la lettura mi assorbiva totalmente, ma altri in cui le vicende mi facevano storcere il naso. Tra queste situazioni è lo stesso finale, che allo stesso tempo mi coinvolge alla scoperta delle rivelazioni ma allo stesso tempo mi fa pensare che esso sia alquanto forzato. Nonostante ciò "Aurora Rising" è un romanzo che deve piacere per essere letto, è uno sci-fi con dei tratti young adult non indifferenti, che incentivano la storia a uno proseguo.
 Sono curiosa di sapere come andrà a finire la storia di Tyler e la sua squadra, e voi siete pronti per questa missione intergalattica? 




VALUTAZIONE LIBRO:
3,75









Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Mondadori Libri.

mercoledì 4 marzo 2020

Review Party: "Loki - Il giovane Dio dell'inganno" di Mackenzi Lee.


Ed eccoci finalmente arrivati all'attesissima data! Ieri è uscito in tutte le librerie "Loki - Il giovane Dio dell'inganno". La Lee ci fa incamminare tra le strade di una Londra Vittoriana dove il giovane Loki si trova di fronte a un assassino. Ma non un assassino qualunque, le vittime hanno dei sintomi particolari e il giovane Dio si trova ad essere combattuto tra la sua natura e la giustizia. Ma quale scelta prenderà? Il destino ce lo scriviamo noi oppure è qualcosa di casuale?



Info:
Titolo: Loki - Il giovane Dio dell'inganno
Autrice: Mackenzi Lee
Editore: Oscar Mondadori
Formato: Cartaceo
Pagine: 394
Prezzo: 20€ 
Sinossi: Non è ancora giunto il momento di misurarsi con gli Avengers: per ora il giovane Loki è impegnato al massimo delle sue forze per dimostrarsi eroico, mentre tutti intorno a lui lo ritengono inadeguato. Tutti tranne Amora, l'apprendista maga, che sente Loki come uno spirito affine e riesce a vedere la sua parte migliore. È l'unica che apprezzi la magia e la conoscenza. Un giorno però Loki e Amora causano la distruzione di uno degli oggetti magici più potenti conservati ad Asgard e lei viene esiliata su un pianeta dove i suoi poteri svaniscono. Privato dell'unica persona che abbia visto la sua magia come un dono piuttosto che una minaccia, Loki scivola sempre più nell'ombra di suo fratello Thor. Ma quando tracce di magia vengono ritrovate sulla Terra e messe in relazione con alcuni omicidi, Odino manderà proprio Loki a scoprire cos'è successo. Mentre si infiltra nella Londra del diciannovesimo secolo, la città di Jack lo Squartatore, Loki intraprenderà una ricerca che va oltre la caccia a un assassino. E finirà per scoprire la fonte del proprio potere e quale sarà il suo destino.
Il personaggio creato dall'autrice è quanto di più simile a quello Marvel. Nel libro ci si concentra sul suo animo in modo approfondito, dove non verranno analizzate solo le ombre ma anche quegli sprazzi di luce. Loki è il secondogenito, è più fragile e diverso da Thor e la sua dote per la magia non è ben vista. Il giovane Dio ha sentimenti contrastanti nel suo animo: fare la cosa giusta o trasgredire alle regole? E' questa la domanda che percepiamo attraverso i suoi pensieri durante la lettura del libro. Ma ovviamente ogni sotterfugio, ogni azione necessariamente comporterà ad una reazione che molto spesso non verrà compresa o risulterà l'opposto dell'effetto sperato. Loki è schietto, ha una lingua biforcuta per le risposte e agisce nell'ombra. Sembra essere il villains per eccellenza, ma come ogni "cattivo" ha anche le sue debolezze. 

Thor d'altro canto è l'Asgardiano per eccellenza, arrogante e forse un po' come uno scimmione per eccellenza. Diciamo che la sua psicologia all'interno non è definita come quella del fratello, ma quello che abbiamo viene delineato alla perfezione. I due fratelli hanno un rapporto su cui si può discutere, ovviamente è normale che ci siano dei battibecchi. Infatti all'interno del libro ve ne si trovano un paio, alcuni abbastanza carini da strapparci il sorriso. Ogni azione eroica del Dio del Tuono, a causa del suo atteggiamento sfrontato e spavaldo, non viene vista di buon occhio dal pallido e mingherlino Loki. Perchè come dicevo in precendeza il loro rapporto è costellato da varie emozioni contrastanti tra loro come: amore, odio, risentimento, rispetto ma soprattutto gelosia. Un impatto psicologico sono anche le figure di Odino e Frigga, che ci fanno riflettere anche sul rapporto che Loki ha con i suoi genitori. In particolare con Odino, il quale non accetta la vera natura del figlio e lo scredita sin dal principio... Ma che questa azione sia soltanto perchè Odino conosce le doti potenti del figlio, o semplicemente per lui non è come suo fratello Thor?


"L'oscurità combatte in modo diverso dalla luce. E' sempre presente, ben prima della luce. Deve essere veloce, più intelligente e più furtiva."
 Nonostante l'autrice si soffermi sulla psicologia del personaggio principale e lievemente su quella dei familiari... Quella dei personaggi secondari è totalmente assente. Ho trovato che qualche personaggio sia stato inserito principalmente per creare un triangolo amoroso, quasi del tutto forzato forse per la situazione. Di altri conosciamo ben poco, e questo mi ha lasciato un po' spiazzata ed avrei preferito che l'autrice si concentrasse sulle delle questioni che all'interno del libro rimangono "aperte" fino alla fine.

La seconda parte del romanzo si svolge a Midgard, precisamente a Londra. Come ho anticipato nella tappa del Blogtour (click qui) mi sarei aspettata una descrizione molto particolare e approfondita della città. Infatti della città londinese ci viene detto ben poco, quindi mi sono ritrovata a dover viaggiare e ricostruire la città con la mia immaginazione. Secondo il mio modesto parere, la Lee avrebbe dovuto aggiungere almeno 150 pagine al romanzo. Poichè il problema di fondo è proprio la brevità del libro. E  forse con 150 pagine in più, e con qualche dettaglio, non sarebbe risultato scarno e pieno di questioni irrisolte. 


"La mia storia esiste da secoli. E' scritto in ogni libro che tu abbia mai letto, in ogni mito che adori. Sono il cattivo delle tue storie. Non potrò mai essere nient'altro."
Nonostante la superficialità psicologica dei personaggi secondari, Mackenzi Lee ci fornisce delle nozioni molto importanti e discusse al tempo stesso. Ovvero l'emancipazione sociale, l'omofobia e il femminismo. Sono degli argomenti che vengono discussi ed affrontati ogni giorno in questo mondo. E credo che questo messaggio sia diretto a un pubblico non solo al di sopra dei 18 anni, ma anche per i più giovani che si stanno prostrando alla vita sociale e personale.

"Sapeva cosa significasse essere scacciati, indesiderati e scherniti per come si è fatti. Voler trovare la forza e l'orgoglio nelle cose che ti rendono te stesso, nonostante il mondo ti dica di nasconderle." 

 "Loki - Il giovane Dio dell'inganno" è un libro che si legge molto velocemente. L'autrice utilizza un lessico molto semplice e diretto al lettore. Infatti la narrazione, che avviene attraverso gli occhi del protagonista, è molto scorrevole. Le pagine scorrono molto velocemente sotto i nostri occhi, abbiamo voglia di conoscere e bramare qualsiasi elemento/ pensiero ci viene fornito. Se non fosse per alcune pecche a livello di contenuto, che ho citato poco sopra, il romanzo sarebbe un fantasy alla perfezione. Un punto a favore è la psicologia dello stesso Loki che ci viene delineata alla perfezione, lasciandoci una sensazione d'insicurezza per la sua figura ma allo stesso tempo ammaliati. 
Il finale, a mio parere, ci lascia un velo d'insicurezza come se nelle pagine a seguire ci sia altro da scoprire e raccontare. 

Loki ha oscuri pensieri e progetti molto rischiosi, riuscirà il nostro protagonista a prevalere contro la sua natura?



VALUTAZIONE LIBRO:
4-


Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Oscar Mondadori.

lunedì 2 marzo 2020

Segnalazione: "Una storia straordinaria" di Diego Galdino.

Buongiorno lettori, dopo l'ennesimo caffè ecco che oggi affronteremo una segnalazione diversa dal solito. La sessione mi sta veramente sfiancando e ci voleva proprio un libro del genere da poter "presentare" a voi. E' una storia d'amore quella che Galdino ci presenta, ma è una storia nella città più antiche di tutte... Ovvero Roma, dove già vi è il contributo della città ad ammaliare i sensi ma anche l'amore farà il suo.

Info:
Titolo: Una storia straordinaria
Autore: Diego Galdino
Editore: Leggereditore
Formato: Cartaceo/Ebook
Pagine: 208
Prezzo: 9,99€ Cartaceo/ 6,99€ Ebook
Sinossi: Luca e Silvia sono due ragazzi come tanti che vivono vite normali, apparentemente distanti.Eppure ogni giorno si sfiorano, si ascoltano, si vedono.I sensi percepiscono la presenza dell'altro senza riconoscersi. Fino a quando qualcosa interrompe il flusso costante della vita, Luca perde la vista e Silvia viene aggredita in un parcheggio. La loro vita, sconvolta, li porta a chiudersi in un'altra realtà e il destino sembra dimenticarsi di loro.Due anni dopo, la loro grande passione, il cinema, li fa conoscere per la prima volta e Luca e Silvia finiscono seduti uno accanto all'altra alla prima di un film d'amore.I due protagonisti, feriti dalle vicissitudini degli eventi passati, si ritrovano, così, loro malgrado, a vivere una storia fuori dall'ordinario.Ma l'amore può essere tanto potente da superare i confini dei nostri limiti e delle nostre paure? E il destino, quando trova due anime gemelle, riesce a farci rialzare e camminare insieme?

Vi lascio qualche informazione in più sull'autore...
Biografia: 
Diego Galdino (classe 1971) vive a Roma e ogni mattina si alza mentre la città ancora dorme, per aprire il suo bar dove tutti i giorni saluta i clienti con i caffè più fantasiosi della città.
Soprannominato dagli amici del locale il Cinderella della letteratura.
Autore di successo internazionale, è tradotto nei paesi di lingua spagnola, in Polonia, Bulgaria e Serbia. Ha esordito con Il primo caffè del mattino, di cui sono stati venduti anche i diritti cinematografici in Germania, Mi arrivi come un sogno, Vorrei che l'amore avesse i tuoi occhi, Ti vedo per la prima volta, L'ultimo caffè della sera, tutti pubblicati con Sperling & Kupfer, mentre Bosco bianco, è stato auto pubblicato per una scelta di cuore.

Con Una storia straordinaria l'autore fa il suo ingresso nel catalogo Leggereditore.


E' un libro che consiglio agli amanti del genere, ma forse anche a quelli un po' come me che sono un po' scettici a riguardo. Fatemi sapere se avete letto il libro o avete intenzione di leggerlo.