venerdì 27 luglio 2018

Segnalazione: "Claus" di Andrea R Ciaravella.

Salve lettori! Oggi torno sul blog con una segnalazione molto interessante. Per gli amanti del fantasy, come me, non si può resistere a un libro del genere. Il romanzo in questione è "Claus" di Andrea R Ciaravella, dove le forze del bene e del male coesistono... Ma chi avrà la meglio? Per scoprire anche un "piccolo" estratto continuate a leggere questo articolo.


Info:
Titolo: Claus
Autore: Andrea R Ciaravella
Editore: CASTA EDITORE
Genere: Fantasy 
Formato: cartaceo
Prezzo: 13,50€ 
Data pubblicazione: Giugno 2018
Pagine: 404
Link per l'acquisto:  
Amazon: Click qui
Casa editore: Click qui
Ibs:Click qui 
Sinossi:  Il viaggio di un uomo svela le sorti di un mondo che ha incontrato il proprio destino. Anno 28 F.C. il dominio dei Signori delle Citt√† √® all'apice, alla guida dell'umanit√† hanno scongiurato il rischio dell'estinzione e fondato il Regno protetto dall'ordine dei Runner. Claus e Free vivono nascosti ai margini della societ√† quando un misterioso incarico li riporta in America. Forze oscure stanno muovendo le proprie pedine su una scacchiera ancora macchiata del sangue versato.
E adesso vi lascio questo interessantissimo estratto...
  
Theo si avvicin√≤ e si inginocchi√≤ leggendo la lettera, curioso domand√≤: «Proceduta 28?»
«L’ultimo ordine durante la Closen War» rispose aguzzando gli occhi mentre fissava il cadavere. «Rilasciare sostanze nei viveri e nell’acqua delle truppe. Comunicare tutti gli spostamenti e i presidi.»
Theo torn√≤ in piedi sorpreso: «Durante la guerra sono stati emanati ordini simili?»
«S√¨. Ti ho gi√† detto che il potere era la debolezza dell’uomo. Tutti loro» aggiunse con un tono di rabbia «sono le vittime. Chi non ha mai avuto il potere si √® visto strappare tutto.»
Theo osservò il cadavere, triste, notò un buco nel cranio, qualcuno gli aveva sparato. Guardò la valigetta, gli era stata attaccata una busta con un indirizzo.
Claus intanto era seduto davanti al televisore e lo fissava immobile. Fee si avvicinò e lo scosse per il capo, sussultò come se fosse stato svegliato.
«In teoria durante la procedura 28 avrebbero dovuto distruggere i collegamenti elettrici.»
«Collegamenti elettrici?» domand√≤ il ragazzo.
«Isolamento radio, senza corrente.»
Theo chiese sorpreso: «Vuoi dirmi che i vecchi collegamenti alle centrali sono ancora integri? Dopo tutti questi anni?»
Fee trasal√¨: «Effettivamente molti collegamenti sono stati interrotti dalle citt√† per isolare i campi.»
Claus si voltò a guardarlo.
«Cos√¨ lontani dalla citt√† √® assurdo che ci sia ancora corrente, in un Relitto praticamente abbandonato» concluse Fee.
Il buio piomb√≤ nella stanza, la TV si era spenta. Theo emise un urlo cadendo per terra, Fee si volt√≤ e vide il viso del ragazzo terrorizzato, indicava verso la porta che era spalancata, l’uomo cerc√≤ di interrogarlo ma il ragazzo riusc√¨ soltanto a balbettare frasi incomprensibili.
Claus si alz√≤ di scatto e usc√¨ dalla stanza, prima che Fee riuscisse ad obbiettare spar√¨ nell’ombra. Il ragazzo intanto era tornato in piedi, entrambi uscirono.
Il corridoio era freddo e umido, la sensazione che Fee aveva solo percepito tramite Claus adesso era diventata fisica e tangibile, dalla loro bocca uscivano enormi nuvole di condensa. Cercarono Claus con lo sguardo ma non riuscirono a scorgerlo.
Il ragazzo disse: «C’era una persona che ci stava fissando dalla porta.»
Fee lo guard√≤ sorpreso: «Un militare?»
Theo scosse il capo e rispose: «No, era vestito come quel cadavere.»


  
Fatemi sapere nei commenti se il libro vi ha incuriosito e restate aggiornati. In questi giorni potrebbero esserci recensioni molto importanti per l'estate.









Nessun commento:

Posta un commento