martedì 21 luglio 2020

Review party: "Middlegame" di Seanan McGuire.


La McGuire con questo romanzo è riuscita stregarmi, le pagine volavano sotto i miei occhi. Alchimia, magia, matematica e letteratura si fondono alla perfezione, creando un vortice di elementi intriganti per il lettore. Ma perchè questi argomenti sono fondamentali per la storia? Le vicende supereranno le nostre aspettative?


MIDDLEGAME
Seanan McGuire


Editore: Oscar Mondadori
Formato:Copertina Rigida & Ebook
Prezzo: Rigida 22,00€ Ebook 9,99€
Pagine: 528
Trama: Ecco Roger. Ha un vero dono per le parole, comprende istintivamente ogni linguaggio e sa che è il potere delle storie a regolare i meccanismi dell'universo. Ed ecco Dodger. È la sorella di Roger, la sua gemella per la precisione. Anche lei ha un dono, per i numeri: sono il suo mondo, la sua ossessione, il suo tutto. Qualunque cosa le si presenti alla mente, Dodger la elabora con il potere della matematica. I due fratelli non sono propriamente umani, anche se non lo sanno. Non sono neanche propriamente divini. Non del tutto... non ancora. E poi c'è Reed, esperto alchimista, come la sua progenitrice. È stato lui a dare vita ai gemelli. Non si potrebbe definirlo il loro "padre". Non proprio. Ma come tutti i genitori, per i due ragazzi ha un piano ambizioso: far sì che raggiungano il potere assoluto, e poi reclamarlo per sé. Diventare "dei in Terra" è una cosa possibile. Pregate soltanto che non accada.

Middlegame non è un libro semplice, ha una trama complessa intricata che ti fa contorcere il cervello su stesso. I nostri protagonisti sono Roger e Dodger, due personalità molto differenti ma uniti da qualcosa di invisibile e forse indistruttibile. 
Roger e Dodger sono stati creati per compiere una missione, le loro personalità e il loro sviluppo psicologico sono fondamentali. L'autrice è riuscita a descrivere e delineare dei personaggi unici e rari. I protagonisti sono le facce della stessa medaglia. Dove l'impulsività di Dodger straripava, Roger riusciva a mitigarla con la sua calma.Sebbene separati e dati a due famiglie differenti, riescono a stabilire un legame quantico. 
Ciò di cui sto parlando non è semplice legame di tipo affettivo, ma è qualcosa di più viscerale e profondo. I due riescono ad essere partecipi e a comunicare tra loro attraverso questa connessione, che inizialmente ci sembrerà utile ma a lungo andare riscontrerà le prime debolezze. 

I gemelli sono molto di più di semplici fratelli, sono l'uno la metà dell'altro. Sia a livello caratteriale ma anche emozionale. Il loro legame è profondo e diretto, ci colpisce in tutti i sensi e la determinazione verso la vita è ciò che li caratterizza in modo particolare. 
Pur essendo stati "creati", i due hanno dei sentimenti reali che ci investono per la loro veridicità. I protagonisti amano, odiano e soffrono come le persone che vivono nel nostro quotidiano, e sono questi elementi che li rendono umani ai nostri occhi. 


"I numeri non sono come le parole: per avere senso non hanno bisogno di lui. Le parole, senza qualcuno che le capisce, non significano niente. Invece i numeri ci sono e basta."
Il romanzo ci mostra molti aspetti dei personaggi, con una velata visione della società, ad esempio quando al liceo Roger usa le parole per omologarsi e per "mischiarsi" agli altri. O mentre Dodger fa più fatica a restare a galla, è un genio della matematica, è una semplice ragazza, senza amici e ciò la fa cedere.È una corsa contro il tempo, contro l’universo, contro loro stessi, quando la strada improbabile si avvicina... In una missione più grande di loro, da sempre. Ma saranno pronti o sarà l’ennesimo fallimento?
L’ennesimo fallimento da ripetere in continuazione finché non capiranno dove sbagliano, dove migliorare, come e cosa ricordare, per poi ricominciare?

Il worldbuilding è davvero un groviglio di elementi, che inizialmente ci appare molto confuso e contorto. Poi incominciano le linee temporali, la suddivisione di esse anche in libri. L'autrice è riuscita a creare un romanzo ricco di elementi originali ed intriganti. Molto spesso mi sono ritrovata il cuore stretto in una morsa o incitato i protagonisti in questa folle missione. La Dottrina stabilisce le regole di ciò che i Roger e Dodger dovranno affrontare, li immette in un disegno già stabilito prima della loro nascita. Ci immergeremo in un viaggio fatto di alchimia, tempo e spazio. 


"Ha incarnato un'enorme quantità di concetti, oltre che le parole per appuntarseli alla superficie dell'anima, perpetua e immutabile."
 I personaggi non dovranno solo affrontare la missione e portarla a termine. Ma dovranno fare qualcosa di molto più "pericoloso"ovvero: sfidare se stessi.
Uno dei concetti essenziali la sfida, il mettersi alla prova. Ci dimostra che non sono semplici personaggi letterari, ma che da loro possiamo solo trarre insegnamento. 
Ma Roger e Dodger riusciranno a sfidare sè stessi? Nella loro corsa contro il tempo ne usciranno vincitori?


"Sugli avambracci, dai polsi ai gomiti, le cicatrici sono ben visibili, linee bianche e sottili pronte a raccontare la loro terribile vicenda a chiunque ci posi sopra lo sguardo."

La narrazione è incalzante, avvolgente e totalizzante. Nonostante i vari intrecci temporali ed i vari POV, l'autrice è riuscita ad "amalgamare" il tutto per la creazione di questo libro. Il lessico ci può sembrare molto semplice e diretto, ma è ricco di dettagli e in particolar modo scientifici (che ahimè alcuni ho dovuto rispolverare). La scelta delle riprese e pause donano alla storia un pathos non indifferente. Un libro ricco di suspense e colpi di scena che ci faranno tuffare il cuore nel vuoto. Anche la struttura del romanzo è articolata per rappresentare perfettamente la storia, la quale è suddivisa in libri. Ogni libro anticipato da estratti di un altro romanzo che ha un significato molto importante. 
Letteratura, matematica e tempo si fondono alla perfezione. Roger e Dodger hanno una missione da compiere, saranno in grado di affrontarla? Ti unirai a loro?

4 commenti:

  1. Concordo pienamente sulla bravura dell'autrice di riuscire ad "amalgamare" tutti gli intrecci temporali in una struttura coesa e sensata!
    Nonostante ciò questo libro non è riuscito a conquistarmi al 100% ... l'ho trovata comunque una lettura molto piacevole, ma in alcuni punti si è rivelata troppo strana per i miei gusti ahah 🙈

    RispondiElimina
  2. Il libro mi ha incuriosito sin da quando ho letto la trama sul profilo dell'Oscar Vault e dopo la tua recensione lo sono ancora di più. Non vedo l'ora di leggerlo.

    RispondiElimina
  3. Mi hai convinta! Lo metto in wishlist

    RispondiElimina
  4. Ho assolutamente amato questo libro, condivido con quello che hai detto

    RispondiElimina