giovedì 1 agosto 2019

Recensione: "La libreria dei piccoli segreti" di Corinne Savarese.

Per Aurora la sua libreria è il suo piccolo rifugio personale, ma non solo per fuggire alla realtà ma anche dai segreti che si celano nel suo animo.
Una lettura estiva e adatta a questo periodo, Corinne Savarese ci propone un romanzo fresco dai tratti intriganti. 

Info:
Titolo: La libreria dei piccoli segreti
Autrice: Corinne Savarese
Editore: Leggereditore
Pagine: 205
Formato: Cartaceo/ Ebook
Prezzo: 16,00€ Cartaceo/ 4,99€ Ebook
Sinossi: Aurora ha un dono speciale: riesce a leggere nelle anime delle persone. Può scorgere il loro cuore, le loro gioie e le loro sofferenze, può avvertirle, sentirle sulla sua pelle. Dalla sua libreria per bambini in un antico borgo marchigiano, vede la vita degli altri andare avanti, mentre la sua è rimasta ferma in un punto ben preciso, in cui l'amore e la fiducia nel futuro non hanno più spazio. Più che vivere lei si nutre di storie, di quelle raccontate attraverso le parole e talvolta i silenzi da amici e clienti della sua libreria per bambini - genitori assenti o troppo esigenti, figli ribelli o troppo accondiscendenti... -, e di quelle racchiuse nei libri che riempiono gli scaffali del suo negozio. Ed è proprio grazie alle favole, intessute, come i sogni, di simboli e metafore capaci di toccare le corde più profonde dell'Io, che Aurora capirà il disegno che la vita ha in serbo per lei e deciderà di abbracciarlo: usare la sua empatia per arrivare alle anime dei lettori e lenire le loro ferite. Il destino di Aurora è essere una portatrice di messaggi, e lei intende compierlo attraverso la magia delle fiabe...
La sinossi affascina e ci trasporta in quello che sembra essere un mondo fatato, ma in realtà il libro si concentra principalmente sugli aspetti dell'amore. Infatti nel romanzo ho trovato più romance, che il tema "magico" che ci propone la trama.
Il personaggio di Aurora è molto complesso, nonostante la sua giovane età ha un trascorso molto difficile e doloroso. Ammetto che il suo personaggio non mi ha convinto mai al 100%, visto la sua duplicità. Duplicità poiché da un lato ci si presenta ai nostri occhi come una donna forte e molto saggia, e dall'altro una donna ferita e tormentata (a volte molto capricciosa e paranoica). Aurora, non avrà fatto centro nel mio cuore ma gli altri personaggi? 


"Era vero. La sofferenza non fa distinzioni. Non guarda età, sesso, ceto o razza. La sofferenza colpisce e non si può che sopportarla."
I personaggi secondari sono particolari e originali, tra di loro possiamo ricordare la proprietaria di Aurora, Rina. Rina è una "vecchina" di cent'anni, che attraverso i suoi racconti della guerra ci fa immergere nei suoi ricordi. 
Da Rina, passiamo a dei personaggi più giovani ovvero Lilla e Virginia. Lilla è una bambina già grande, in sé coesistono queste due identità... Si comporta d'adulta ma allo stesso tempo non perde quell'innocenza che solo i bambini possono avere.
Dietro i suoi occhiali troppo grandi, si nasconde una bambina fragile dove le aspettative dei genitori sono troppo grandi da poter sopportare.
In netta contrapposizione è Virginia, è più espansiva e allo stesso tempo innocente. Se pur piccola, vive anche lei una situazione abbastanza dolorosa ma è come se non perdesse mai il sorriso. Due bambine così diverse che a volte ci sembrano lontane, ma allo stesso tempo così vicine grazie alla loro amicizia.


"La storia di Geppetto è proprio questa: un padre che ama il figlio con tutto se stesso e lo segue da lontano, lasciandogli il suo spazio, permettendogli di sbagliare, di cadere e rialzarsi, perché quello è il processo di crescita che ogni giovane deve affrontare. Geppetto gli dimostrava di poter contare sul suo amore e sul suo appoggio incondizionato."
La particolarità di Aurora di riuscire a far vivere a pieno le fiabe, ci fa scoprire lati di alcune di esse che non pensavo esistessero. Come la rivalutazione del personaggio di Geppetto, perchè come dice lei "nessuno pensa a lui" visto che la storia è incentrata su Pinocchio. Questo aspetto, che secondo me è fondamentale per la storia viene a mancare durante la lettura dove il romanzo si trasforma in un vero e proprio romance. 
L'alternarsi di ricordi e presente, ci fa immergere in una storia senza tempo ricca di speranza. Il personaggio stesso di Aurora, ci fa sperare ma allo stesso tempo ci fa riflettere su come può essere crudele la vita.


"Le fiabe avevano tanto da dare, non erano semplici storie da raccontare ai bambini per aiutarli a scivolare nel sonno. Le fiabe non erano poi così distanti dalla vita, avevano molto da insegnare e tanti significati da scovare. Con la loro magia spargevano polvere fatata e lenivano i cuori di chi le ascoltava."

 Ho apprezzato lo stile narrativo dell'autrice, che riesce a stregare anche attraverso i dialoghi e i pensieri della protagonista. Anche la scelta lessicale è mirata a stupire il lettore e a farci apprezzare le favole con occhi diversi. La narrazione è veloce e incalzante, durante la lettura le pagine scorrono veloce anche se alcuni aspetti mi hanno fatto storcere il naso. Dalla sinossi mi sarei aspettata molto di più, anche se è un libro che va letto con calma. Ogni passaggio è fondamentale per la storia, come i fatti realmente accaduti che vengono riportati. E' una storia ricca di pathos e speranza, che ti fa venir voglia di scoprire sempre di più. Il personaggio di Aurora non sono riuscito ad apprezzarlo fino in fondo, ma sicuramente gli potrei dare una seconda possibilità. 
E' una lettura fresca ed estiva, in questa estate torrida.

 La vita di Aurora e i segreti della sua libreria vi terranno incollati alle pagine, e voi sarete in grado di affrontare questa storia fatta di dolore e speranza?




VALUTAZIONE LIBRO:






Prodotto fornito da: Leggereditore.

5 commenti:

  1. Nonostante ci siano stati degli aspetti che ti hanno fatto storcere il naso, voglio dargli comunque una possibilità.

    RispondiElimina
  2. Davvero un'accurata recensione. Ammetto che la trama mi ha letteralmente stregata. Inoltre hai descritto la narrazione "veloce e incalzante", due caratteristiche che fanno proprio al caso mio. Chissà se un giorno lo leggeró. Intanto lo metto in WL!

    RispondiElimina
  3. Sono davvero indecisa sul da farsi perché mi interessava molto ma da come ne parli sono indecisa

    RispondiElimina
  4. Nonostante qualche aspetto un po' mhe voglio leggerlo e dargli una possibilità

    RispondiElimina
  5. questo libro mi ispira tantissimo, sia dal genere, che per la trama, che per la copertina

    RispondiElimina