mercoledì 24 luglio 2019

Recensione:"Sadie" di Courtney Summers.

Il dolore della scomparsa di una sorella/un fratello ti dilania dentro, e Sadie questo lo sa. Un thriller on the road, dove i pensieri di Sadie ci faranno compagnia per tutto il libro, dove i suoi timori diverranno reali. Una ragazza, quasi senza volto ma con una storia da raccontare... Dove ogni particolare è fondamentale per la ricerca, ma anche per il dolore che si cela nel suo animo.

Info:
Titolo: Sadie
Autrice: Coutney Summers
Casa Editrice: Rizzoli Libri
Pagine: 367
Formato: Ebook/ Cartaceo
Prezzo: Ebook 8,99€/ Cartaceo 17,00€
Sinossi:Quando il popolare conduttore radiofonico West McCray riceve una telefonata da una donna che lo implora di cercare Sadie Hunter, diciannove anni, scomparsa da alcuni mesi, l’uomo non è davvero convinto che quella sarà una storia da raccontare: è tristemente consapevole che di ragazze scomparse ce ne siano molte, troppe, ogni giorno. Ma quando viene a sapere che Sadie si è allontanata da casa dopo il brutale omicidio irrisolto della sorella Mattie, tredici anni, parte alla volta di Cold Creek, Colorado, per cercare di saperne di più.Sadie non ha idea che la sua storia stia per diventare il soggetto di un podcast di successo seguito da una costa all’altra degli Stati Uniti. Tutto ciò che vuole è vendetta: armata di un coltello a serramanico e del suo lacerante dolore, Sadie colleziona una serie di confusi indizi che seguono le tracce dell’uomo che è convinta abbia ucciso la sorella.Mentre West ricostruisce il viaggio di Sadie, ritrovandosi sempre più coinvolto dalla storia della ragazza e ossessionato dal pensiero di ritrovarla, un mistero inquietante comincia a prendere forma e a svelarsi. Riuscirà West a ricomporre il puzzle della verità prima che per Sadie sia troppo tardi? Alternando le puntate del podcast alla lucida voce di Sadie, che racconta in prima persona la sua caccia all’uomo, Courtney Summers ci regala una storia struggente che resta sulla pelle ben oltre la sua ultima pagina.
Leggere una storia del genere, che ricorda un film thriller, ci si rende conto che la storia di Sadie ci rimane addosso. "Sadie", il titolo è il nome della nostra protagonista, è lei il fulcro di tutta la storia. Lei conosce, sa dettagli (se pur confusi) e la sua ricerca non si fermerà se non otterrà ciò che vuole. 
La ragazza, ai nostri occhi, è così anonima ma dentro di sè si porta un mondo. E' la tipica ragazza che non verrebbe mai notata ma quando viene a mancare si inizia a sentire la mancanza di "qualcosa". Sadie è un'anima tormentata e distrutta, la morte della sorella Mattie la porterà sull'orlo del baratro. 
Il rapporto tra le due è molto profondo, che va oltre l'essere sorelle, Sadie ripone in Mattie tutta la sua vita. Ma la morte di quest'ultima, ha "strappato" un pezzo  di vita della ragazza.

Addentrarsi nella sua vita non è stato affatto facile. Ma durante la lettura ho apprezzato ogni sfumatura del carattere di Sadie, era come se io fossi presente a ogni sua azione e persino "l'essere un passo avanti". Perchè tutto inizia con i podcast con il radiofonico Wes, il quale si mette alla ricerca della ragazza. Ma Sadie era sempre un passo avanti, ma dietro di sé lasciava "delle briciole" di pane che Wes poteva coglie.
Wes riuscirà ad arrivare in tempo? Riuscirà a trovare la ragazza?

"Sa riconoscere la quiete prima della tempesta, una quiete che prende forma in virtù del caos più grande."
Per descrivere questa storia basterebbero tre semplici parole chiave: amore, devozione e sofferenza. Utilizzo il termine sofferenza poiché nella storia troveremo dei punti che ci apriranno gli occhi sulla crudeltà umana. Crudeltà che di questi tempi è attuale, dove è l'uomo stesso che sceglie di far del male. Sadie, nasconde mille segreti che ci lacereranno l'animo e ci rimarranno nelle ossa ad insinuarsi. Il libro ci nasconde punti chiave sulla nostra quotidianità, poiché sono notizie che si sentono solo ai telegiornali. E che non si vivono sulla propria pelle, con la protagonista tutto questo si ribalterà e vivremo sulla nostra pelle tutte le sue sofferenze.
L'introduzione dei podcast è stata una scelta davvero originale, attraverso il personaggio di Wes noi riusciamo a sentir propria la nostra storia. Un personaggio "secondario" molto particolare, non riusciamo a capire molto della sua psicologia ma in lui si denotano la speranza e perseveranza. Poiché si sa che durante le ricerche ci si può scoraggiare per la mancanza di indizi, ma Wes non si abbatte anzi. Lui cerca di rimettere insieme pezzi di un puzzle, dovrà scovare i segreti più oscuri e tra i passati più nebbiosi. 

"Come perdoni le persone che dovrebbero proteggerti? A volte non so cosa mi manchi di più: tutto ciò che ho perso o tutto ciò che non ho mai avuto."
Un libro straziante, ma anche di formazione, poiché al suo interno troviamo dei barlumi di speranza e forza. La forza di una ragazza che è stata costretta per anni a tacere, che farebbe di tutto pur di avere la giustizia che merita.
E' un romanzo che deve essere letto con coscienza e comprensione, ogni azione è mirata. All'inizio della lettura mi sentivo confusa, ma la narrazione era così coinvolgente che non mi sono resa conto delle pagine che scorrevano sotto i miei occhi. L'ho letto in meno di 24h, e mi sono resa conto che una storia così non si dimenticherà facilmente.
Il libro ti spinge oltre i tuoi limiti, ti aiuta a intraprendere persino le strade più pericolose pur di avere una vittoria. E Sadie, riuscirà a far sentire la sua voce? Riuscirà ad avere quella "vittoria" che tanto sogna?


"Una volta ho letto che osservare le stelle significa osservare il passato. (...) Ma è strano pensare che le stelle lassù risalgano a un'epoca così distante da Mattie e me, da Mattie che ora è morta." 

L'alternarsi dei podcast e dei pensieri di Sadie rendono la narrazione veloce e incalzante. Essa ti coinvolge a tal punto da perdersi nelle pagine del libro. I messaggi che si celano dietro questo libro sono diretti al lettore, e ci lascia sbalorditi e attoniti sul finale. Persino il lessico utilizzato, che è molto colloquiale, è come un flusso di pensieri che s'insinua nella nostra testa. Ogni cosa è mirata e dettagliata, anche le descrizioni sono delle piccole chicche. In questo romanzo ci sono molti spunti da tener conto, ma quello principale ci lascia l'amaro in bocca, e come già anticipato, è un invito ad urlare con tutta la nostra voce. 
Non importa quanto sia oscuro il nostro passato, quello che conta è riuscire a farlo sentire agli altri. Il personaggio di Sadie ci vuole trasmettere tutto ciò. Dall'essere un'anonima ragazza di provincia spiccherà la sua voglia di urlare tutta la sofferenza, un dolore dovuto al passato ma anche dovuto alla morte della sorella. Una storia straziante fino all'ultima pagina, che ci lascerà attoniti sul finale. Un finale stravolgente, che ci coglie di sorpresa e forse un po' speranzosi.

Sadie ha finalmente avuto la sua rivincita? Riuscirà a prevalere contro i suoi mostri del suo passato e presente?




VALUTAZIONE LIBRO:







Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Rizzoli Libri.

5 commenti:

  1. In realtà i thriller non mi fanno impazzire ma ammetto che da come ne parli mi hai fatto venire voglia di leggerlo

    RispondiElimina
  2. Davvero una bellissima recensione e il libro mi ha colpito davvero molto, spero di riuscire a leggerlo al più presto.

    RispondiElimina
  3. Questo libro lo vedo ovunque su instagram ahahah pensavo fosse un romanzo frivolo e invece... mi ispira davvero tanto! Complimenti per la recensione <3

    RispondiElimina
  4. Conoscevo già questo libro e mi ha catturata fin da subito; dopo la tua recensione voglio leggerlo ancora di più

    RispondiElimina
  5. Questo libro è in libreria e mi ispira moltissimo, infatti non vedo l'ora di iniziarlo, ma vorrei far passare qualche giorno perché moltissime persone lo stanno leggendo adesso aaha

    RispondiElimina