lunedì 8 giugno 2020

Recensione: "La forma della Luce - Il risveglio degli Otto" di Arianna Calandra.

"La forma della Luce" di Arianna Calandra non è un semplice fantasy, ma è molto di più. La giovane autrice col suo romanzo d'esordio è riuscita a mettermi in discussione sin dalle prime pagine. E' un libro che cerca di rispondere a tutte quelle domande che ci siamo sempre posti nella vita. Ci mostra la realtà nuda e cruda così com'è, ma con una delicatezza estrema in modo da entrarci fin dentro le ossa. La storia ruota attorno alle Luci e alle Ombre, le quali esistono da sempre sulla terra... Ma se questo equilibrio si spezzasse? Che cosa accadrebbe?


LA FORMA DELLA LUCE - IL RISVEGLIO DEGLI OTTO
Arianna Calandra


Editore: I.D.E.A Immagina Di Essere Altro
Formato: Copertina Flessibile
Prezzo: Flessibile 14,90€
Pagine: 389
Trama: Ci dicono sempre che in ognuno di noi esistono Luce ed Ombra in egual misura, sta al singolo decidere quale via intraprendere. La verità è che la Luce ha iniziato ad abbandonare la Terra diversi millenni fa, offuscata dall'odio, dalla vendetta e dall'egoismo che dilagano sul nostro pianeta. Da secoli, gli esseri umani nascono privi di Luce, divorati dall'oscurità già dal grembo materno, perché è difficile fermare la corruzione, prepotente e incentivata dalle Ombre Risvegliate che governano il pianeta, portantodolo lentamente alla sua rovina. In questi ultimi anni, però, otto bambini sono venuti al mondo puri, Luci intatte, potenti. Loro verranno messi a conoscenza della vera storia, saranno indirizzati dalle loro guide, terrene e spirituali, verso un cammino che restituirà una speranza all'umanità. Il bene non dipende dalla razza cui appartieni, dal tuo essere umano.

La penna di Arianna ci catapulta nelle vite di quattro ragazzi, così lontani tra loro (a livello geografico) ma così vicini per le loro esperienze. Luna, Adam, Daniel e Keo sono i personaggi principali della storia. Sono quei personaggi che dentro di te lasciano impresso nella tua anima i loro atteggiamenti e il loro modo di pensare. Ognuno di loro ha una caratteristica particolare, e non si parla solo di fisico, ma a livello mentale. Ogni idea e azione che i personaggi compiono ci sembra pura, dettata semplicemente dal loro animo. 
E per certi versi è anche così, ma cosa accomuna questi ragazzi? Che mistero si cela dietro le loro vite?

In un mondo che Ombre e Luce coesistono ormai da anni, da quando la Terra si è formata. Una bilancia tra queste due forze così potenti che governano il mondo, ma cosa accadrebbe se le Ombre prendessero il sopravvento? Il libro si apre con una situazione di stallo, dove l'Ombra sta prendendo il sopravvento a causa della sua alimentazione data dalle guerre e dell'egoismo dell'uomo. L'uomo non riesce a comprendere, o fa finta di non vedere, che tutto ciò ci porterà a una vera lotta l'uno contro l'altro senza lasciar traccia di noi stessi. In questa vicenda però, qualcuno di puro è rimasto... ovvero in otto. Ma come riusciranno a ristabilire nel mondo la Luce?


"Ce ne sono altri, Luna. Inadatti a stare al mondo, ma in grado di migliorarlo."
La lotta tra Luce ed Ombre è un tema che porta sempre a farci delle domande.  Domande non solo a livello interiore, dove le due forze coesistono tra loro, ma anche di tipo etico e morale. L'autrice è riuscita a spiegarci, attraverso il romanzo, la società odierna. In una società in cui siamo troppo occupati per compiere azioni buone,troppo persi per avere un credo e che siamo troppo presi dalle guerre senza ricordarci il motivo per averla messa in atto.  Fin dall'inizio della storia veniamo sommersi dai quesiti dei protagonisti, che attanaglieranno anche il nostro stomaco senza lasciarlo più andare. Non tutte le domande che ci poniamo avranno una risposta, una tra queste è quella sul destino. Il destino ce lo scriviamo noi, oppure è già tutto scritto? Non vi è una risposta certa, ma credo che esista il 50 e 50 per questa forza, e ringrazio l'autrice per avermi fatto interrogare così a lungo su questa esistenza. 

"La forma della Luce" non è un fantasy comune, è un fantasy che dona le risposte alle domande della vita.  E' un romanzo etichettato come fantasy, ma non è proprio così. Ha tutti gli elementi caratteristici, ma al suo interno troviamo queste tematiche così affascinanti ed ammalianti (non solo culturalmente). La storia è un mix di spiritualità, storia e fede. Credo fortemente che sia un romanzo di formazione, adatto specialmente ai giovani in modo da potersi interrogare costantemente su loro stessi. 
Se dovessi definire il romanzo con una sola parola, sarebbe: reale. Infatti, Arianna, non ci presenta "i grandi quesiti di una vita", ma anche questo scenario in cui viviamo ogni giorno. E riesce a farlo con una delicatezza unica, la quale è una caratteristica peculiare del romanzo. E allo stesso tempo ci mostra le realtà nuda e cruda.


"La tua Luce sarà anche pura, ma contro il mondo intero non puoi fare molto." 
Un tratto saliente, oltre quelli citati in precedenza, sono le diverse culture citate all'interno. Riusciamo a spostarci da Roma, Gerusalemme, Grand Stone e Laos con una facilità pazzesca. Non viene tralasciato nessun dettaglio per il worldbuilding che fa sfondo, ma anche in particolare per le tradizioni dei vari posti. 
La ricerca di questi dettagli è peculiare, in modo da far avere al lettore la visione di tutta la vicenda senza lasciare vuoti di trama o mancanza di informazioni. Infatti grazie ai vari culti, ai "posti visitati" sono riuscita a riscoprire me stessa lentamente durante la lettura. I luoghi descritti al suo interno, sono esotici e lasciano dentro di noi la curiosità che un giorno li potremmo visitare dal vivo. L'immersione totale in queste culture è riuscita letteralmente stupirmi e a coinvolgermi in un  mondo a me totalmente sconosciuto. 

Sarebbe davvero banale definire questo romanzo prettamente per ragazzi, ma credo che ognuno di noi debba leggerlo per potersi continuamente interrogare. E' un libro di formazione ma anche di rinascita, leggerlo per me in questo particolare periodo mi ha fatto riflettere molto. Mi sono lasciata travolgere dalle sensazioni, quesiti ed emozioni che il libro mi ha donato. L'autrice è riuscita a stregarmi ma allo stesso tempo ha lasciato dentro di me la curiosità di voler scoprire la vita, in tutte le sue sfaccettature. 


"In tutto ciò che è macchinoso c’è lo zampino dell’uomo, ma quando i pensieri scorrono come foglie sull'acqua, nasce la poesia."
 Sebbene il romanzo sia carico di tematiche "pesanti" non è così, grazie in particolar modo alla narrazione e al lessico utilizzato. La narrazione è fluida e scorrevole, arricchita da elementi fondamentali per la storia che vengono, e vengono inseriti delle vicende divertenti o amorose senza far perdere il vero messaggio del romanzo. Il lessico, seppur molto semplice e diretto, è curato a stupire il lettore e anche con l'inserimento di qualche parola con il significato a piè di pagina. L'autrice si concentra, anche, in modo particolare sulla psicologia dei personaggi. I quali non solo durante la storia riescono ad crescere ma anche a farci percepire ogni loro sensazione ed emozione. Il pathos che proviamo è forte, e tutti dentro di me hanno lasciato un qualcosa nel mio animo.
 Il romanzo incomincia lentamente, essendo il primo volume avevo già prospettato questo evento, ma poi incomincia a prender piede la scorrevolezza e la voglia di conoscere. Infatti all'interno del romanzo troviamo degli indizi e piccole anticipazioni, che mi hanno fatto incuriosire e pensare "quanta carne sul fuoco". Arrivata al finale, quando l'apice della mia curiosità era elevato, sono rimasta sbalordita e ammaliata dal capitolo. Infatti sono molto curiosa di conoscere il seguito di questa storia, e non vedo l'ora di immergermi nelle avventure di Luna, Adam, Daniel e Keo. 
E voi siete pronti per questo viaggio alla riscoperta di voi stessi?

6 commenti:

  1. Wow.....la tua recensione è bellissima!!! Il libro da come ne parli sembra magnifico :) devo assolutamente recuperarlo.

    RispondiElimina
  2. Con delle premesse del genere e una recensione altrettanto bella non posso che aggiungere questo libro alla wishlist 😍

    RispondiElimina
  3. Sia la trama che la tua recensione mi hanno ammaliata completamente, non vedo l'ora di recuperare questo libro!

    RispondiElimina