mercoledì 17 giugno 2020

Review Tour: "Lacrime e Cenere - Emonzionanti" di Serena Brancatello.


Buongiorno lettori e buon mercoledì, oggi sono felice di parlarvi di questo urban fantasy fresco di stampa. La vita di Anna viene stravolta dal suo arrivo in un piccolo paesino dell'Italia. I suoi abitanti misteriosi, gli sguardi indiscreti la protagonista si sentirà un'Estranea. Ma gli abitanti di quel luogo che segreto stanno nascondendo? Ed Anna riuscirà a convivere con questa nuova realtà?


LACRIME E CENERE - EMOZIONANTI
Serena Brancatello


Editore: KDP Amazon
Formato: Copertina Flessibile & Ebook
Prezzo: Flessibile 8,50€ Ebook 4,99€
Pagine: 280
Trama: Ci sono maschere che teniamo incollate al viso come se fossero una seconda pelle. Maschere che non riusciamo o vogliamo abbandonare perché ci danno un senso di sicurezza e identità.Ci sono emozioni che preferiremmo non provare, che sarebbe meglio non sentire. Ma se un giorno, qualcuno venisse a rubarcele, cosa ne resterebbe di noi?Potremmo ancora considerarci esseri umani? O piuttosto dei mostri senz’anima pronti a divorare quelle degli altri per soddisfare il nostro disperato bisogno di sentire? Da che parte decideremmo di stare?Anna vive un’esistenza quasi normale e non si è mai posta queste domande, ma ne ha tante altre sui misteri che avvolgono la sua famiglia. Perché sua sorella sembra essere scomparsa nel nulla, lasciandola sola? Perché non hanno contatti con nessun parente in vita e cosa è successo con i suoi nonni? Perché i suoi genitori non vogliono nemmeno sentirli nominare?Quando per una serie di eventi si trova a passare le vacanze nel paese in cui ha vissuto sua nonna, la ragazza lo percepisce come un regalo da parte del destino e crede che finalmente troverà le risposte alle sue domande. Presto però, si rende conto di quanto le cose siano diverse da come si aspettava. Borama sembra nascondere un grosso segreto e la gente del posto invece di essere ospitale la tratta come se fosse un’estranea che ha invaso il loro territorio.Anna non si lascia scoraggiare ed è decisa a rilassarsi, ma i paesani non sono gli unici a mettere a rischio la serenità della sua vacanza. Strani sogni, una lettera e una presenza misteriosa la rendono inquieta.Tornata alla vita di tutti i giorni pensa di aver ritrovato la normalità, ma la sua più grande avventura è appena cominciata. Una sera durante un concerto privato intravede tra la folla Rossana, la sorella che non vede da anni. La segue per chiederle spiegazioni, ma proprio quando stanno per chiarirsi, un essere spietato dagli occhi gialli e con una maschera sul volto le attacca, ferendo a morte la ragazza.È proprio adesso che Anna scopre la verità che le hanno nascosto i suoi genitori. Senza nemmeno rendersene conto si ritrova catapultata in un mondo pieno di mistero, indovinelli da risolvere, battaglie, pericolo, tradimenti, segreti da svelare e nuove amicizie. Cosa fare adesso? Fuggire o abbracciare la propria identità? Accettare la missione o vendicarsi?È tempo di aprire gli occhi. È tempo di scoprire la verità. È tempo di scegliere.

Assieme ad Anna veniamo catapultati in una storia dove la giovane non ne era a conoscenza. La protagonista nelle prime 150 pagine appare smarrita di fronte alla realtà che le si presenta di fronte. Ma a lungo andare nella storia in lei denotiamo un cambiamento radicale a livello psicologico, non solo per la sua forza interiore ma per la sua determinazione. 
Il personaggio di Anna, è uno di quelli con cui si deve entrare in sintonia gradualmente e lentamente. Molte volte l'ameremo, altre la odieremo per la sua testardaggine ma alla fine il suo ruolo verrà riscattato sul finale. Trovarsi di certo in una situazione così surreale la rende irrequieta, la sua curiosità la spinge a conoscere e a scoprire questo mondo. 
Ma in che realtà sta vivendo la protagonista? Chi sono gli Emozionanti e le Maschere?

Emozionanti e Maschere, ormai vivono sulla Terra come due forze coesistono. Le emozioni sono essenziali, se non vitali per essere una persona. E ciò che le Maschere fanno è ridurti spento, senza riuscire a saper più provare gioia o dolore. 
Attraverso queste figure, l'autrice, è riuscita a trasmettere la visione del mondo moderno, anche in chiave psicologica. Come Pirandello ci ha insegnato ognuno di noi ha una maschera sul volto, un momento possiamo essere qualcuno e altre volte siamo sperduti nel mare di maschere. Serena Brancatello attraverso il suo romanzo ci fa comprendere che cosa vuol dire portare una maschera. Quando la indossiamo, siamo privi di vita e di emozioni, la gioia e il dolore ci abbandonano senza noi potessimo far qualcosa. 
E allora cosa fanno gli Emozionanti? Gli Emozionanti sono coloro che devono ristabilire l'equilibrio, in cui la persona deve rimanere pura per ciò che è. 


"Verrai inghiottita dal tuo destino e verrai divorata nella notte da coloro che non mostrano mai il loro vero volto."
 L'autrice inserisce dei personaggi secondari nella storia, ovvero il gruppo che affronterà assieme ad Anna varie peripezie. Di molti personaggi non possiamo fare un profilo psicologico, sono solo delineati. Ma Serena ha trattato maggiormente il personaggio di Jack. Jack è un Emozionate, ha una corazza fatta da cinismo e sarcasmo che sembra impenetrabile ma per qualche strana ragione (seppur lentamente) Anna riesce a vedere oltre. Il ragazzo nasconde qualcosa nel suo passato che l'ha reso così, e la voglia di scoprirlo è sempre di più. Avrei preferito un approfondimento ulteriore degli altri personaggi, ma spero che l'autrice abbia in riservo un seguito per poterli scoprire a pieno. Ma i giovani Emozionanti stanno andando incontro a un grande pericolo, saranno all'altezza di superarlo? Ma siamo sicuri che ci si possa fidare di tutti? O vi è una spia nel gruppo?

I temi trattati all'interno del libro sono molteplici, ma i più importanti: famiglia, fedeltà e amicizia. E credo che il romanzo, oltre alla visione delle maschere, ci fornisca delle basi per credere in queste tre forze che possono coesistere assieme. La famiglia è un aspetto fondamentale, Anna trovandosi in questa "nuova" realtà deve fare affidamento su delle persone sconosciute. Riporre la sua fiducia non sarà facile, ma è pur sempre una scelta che deve fare per prendere una posizione nel divario tra Emozionanti e Maschere. La ragazza pur di ritrovare l'equilibrio perso, farebbe di tutto per la sua famiglia anche correre ogni rischio e sfidare sè stessa. Credo che ognuno di noi si comporterebbe come Anna, in una data situazione, anche se a volte è meglio lasciare andare ed affidarsi a ciò che rimane nei nostri ricordi. Sacrificare se stessi per la propria famiglia, è sempre la soluzione corretta?


"Al giorno d'oggi è più facile di quanto si possa pensare ritrovarsi con una maschera in viso e diventare freddi e indifferenti verso se stessi e nei confronti degli altri."
Il worldbuilding fa da sfondo a tutto il romanzo, vi sono all'interno delle descrizioni di luoghi che riescono a farci pensare di essere lì veramente. Avrei preferito una maggiore concentrazione sulle scene della Villa o del luogo in cui Anna si trova con gli Emozionanti. Idea originale è sicuramente la scelta degli indovinelli che la protagonista dovrà esaminare per trovare la soluzione.
All'interno del libro troviamo dei riferimenti all'opera di Caroll ovvero "Alice nel Paese delle Meraviglie", i quali mi hanno fatto sorridere per il loro ruolo nell'opera.
Serena Brancatello ha realizzato un urban fantasy degno di nota, con degli spunti particolari e accattivanti. La minaccia imminente riguardanti le Maschere ci fa riflette e comprendere che ormai non è tutto come sembra. Il mondo di oggi è intriso di ogni genere di indifferenza e mancate emozioni. Ci viene presentato un quadro su quella che attualmente è la società. 
Ma ti priveresti di ciò che provi e vivere come un parassita per il resto della tua vita? O rimarresti puro delle tue emozioni?


"Per sentirsi uguale agli atri, l'uomo si sentì obbligato a indossare una maschera che in seguito diventò parte imprescindibile del suo corpo."
La narrazione del romanzo è lineare e nei momenti opportuni incalzante, ma ho riscontrato una pecca iniziale ovvero che fino alle 150/170 pagine non si entra nel vivo della storia. L'autrice si concentra in una partenza del romanzo lenta, cosa che a me non fa impazzire, ma dalle pagine in poi si supera il primo scoglio e la curiosità ci ammalia i sensi. Il lessico utilizzato è semplice e diretto, anche se a volte stona con i dialoghi proposti. Infatti non sono riuscita ad apprezzare il linguaggio utilizzato durante i dialoghi.
Seppur il romanzo parta con lentezza, ben presto veniamo coinvolti nella storia al 100% e la curiosità ci domina. Ma proprio sul più bello arrivano i colpi di scena, la trama sembra tanto intricata da lasciarci con così tante domande e la voglia di scoprire.
Mi sono resa conto di essere alla fine a mio malgrado, ho cercato in tutti i modi di conoscere se vi fossero ulteriori dettagli ma Serena Brancatello ci lascia proprio sul più bello.
E tu sei pronto ad unirti agli Emozionanti? O sceglierai le Maschere? La decisione spetta solo a te.

7 commenti:

  1. Grazie Sabry per la tua recensione, per la tua gentilezza, ma soprattutto per la tua oggettività. Te ne sono veramente grata :)

    RispondiElimina
  2. Anche se hai messo in luce alcuni aspetti negativi devo ammettere che questo libro mi attira davvero molto

    RispondiElimina
  3. La trama di questo romanzo è veramente intrigante! Ormai al giorno d'oggi non è semplice trovare qualcosa che riesca a distaccarsi dalla moltitudine di libri che vengono pubblicati continuamente, ma questo è decisamente riuscito nell'impresa 😉

    RispondiElimina
  4. Essendo un'amante di Pirandello, non potrei non leggere un libro che parla di maschere, quindi corro a segnarmi il titolo!

    RispondiElimina