lunedì 24 febbraio 2020

Recensione:"Eliza" di Sara Caporilli.

Dopo quasi un mese di assenza rieccomi sul blog per parlare a gran voce della mia ultima lettura. E' stato, ed è tutt'ora un periodo stressante, la sessione invernale è finalmente agli sgoccioli ma assieme ad essa il blog avrà un paio di novità e anteprime. Ma adesso torniamo alla mia ultima lettura, "Eliza" è un bel mattoncino di poco più di 500.
Se dovessi finire questo libro non basterebbero nemmeno 3 aggettivi. Poiché la giovane autrice, Sara Caporilli, è riuscita a creare un vero e proprio capolavoro. Eliza ha una storia da raccontare e deve mostrarci la sua anima così com'è... cosa saresti disposto a fare per amore?

Info:
Titolo: Eliza
Autrice: Sara Caporilli
Editore: Newton Compton Editori
Formato: Cartaceo/ Ebook
Pagine: 573
Prezzo: 12€ Cartaceo/ 4,99€ Ebook
Sinossi: La giovane Eliza non ha mai conosciuto la libertà. Vive segregata e alla mercé del suo padrone, il re della contea di Laschcote. Le uniche persone che le è permesso frequentare sono la sua balia e un prete. Ha provato a fuggire, ma il tentativo è miseramente fallito. Più che vivere, Eliza sopravvive, almeno finché non incontra Leonard, un giovane e affascinante comandante, che le permetterà finalmente di scappare. In fuga insieme a lui verso il regno di Tingcote, Eliza scoprirà chi è e quanta forza si nasconde in lei. Ma quello che nessuno dei due sa è che ci sono dei segreti che stanno per venire alla luce, in grado di mettere a rischio le loro vite e persino il forte sentimento che hanno cominciato a nutrire l’uno per l’altra.
 La nostra protagonista, Eliza, è una giovane donna che ha sofferto sin dalla nascita. Il suo nome, durante tutta la lettura, me l'ha fatto associare a una persona spezzata. La giovane, non conosce le sue origini e né riesce a capacitarsi della sua segregazione in quel terribile castello. Eliza non vive, ella sopravvive nella speranza di una vita migliore. Ma quando tutto sembra essere perduto, arriva la svolta e l'incontro con Leonard farà si che la ragazza prenda finalmente in mano la sua vita. 
Eliza è spezzata dalla vita che le ha tolto molto, in lei si denotano un temperamento abbastanza incline a rompere gli schemi ma anche una grandissima forza. Da semplice ragazza, Eliza, arriva ad essere una donna forte che può sopportare gli ostacoli che la vita stessa gli pone davanti al suo cammino. Ma perchè è segregata in quel castello? Per colpa di chi sta pagando questa terribile pena?

Eliza viene cresciuta da una balia, che nonostante le poche volte che viene "vista" nel romanzo, è colei che l'ha cresciuta come se fosse sua figlia. Un legame intenso e molto forte è quello che c'è tra la protagonista e la anziana balia. Quest'ultima crede fino all'ultimo nella nostra protagonista, vive persino di un orgoglio superiore che avrebbe una madre. 
In questa storia abbiamo molti personaggi secondari, molti dei quali lasciano un impatto maggior e altri ci scivolano via. 
Accursio è uno di quei personaggi che inizialmente non si riesce a comprendere a pieno. In lotta sempre coi demoni del passato, un passato che inizialmente ci sembra essere ignoto e troppo oscuro per poterlo conoscere. Ma col tempo la vera natura di Accursio verrà fuori, e con essi dei segreti che per la nostra protagonista saranno essenziali per ricomporre un puzzle mai completato. Che la chiave di tutto sia la stessa Eliza? Che il suo passato, presente e futuro possa influire così drasticamente per le vicende che vivrà?


"La libertà è intangibile, aleatoria, dai margini indefiniti, si può solo sentire."
 Un altro personaggio da analizzare è Leonard. Leonard è un semplice comandante quando la sua vita incrocia quella della giovane Eliza. Inizialmente si presenta come un uomo impostato e molto ligio al dovere, ma il suo temperamento gentile e protettivo verso chi ama verrà quasi subito fuori. Eliza con lui riesce ad essere fininalmente se stessa, ma quando tutto sembra andare per il verso giusto ecco che arriva l'ennesima spiacevole sorpresa. I due protagonisti saranno costretti a scelte e sacrifici che metterà a dura prova il rapporto che tra i due si è creato. 
Il potere, l'avidità e la follia s'insinuerà ancora una volta nelle loro vite. Come una partita a scacchi dove si deve ragionare per ogni mossa, Eliza è costretta a vedere il tutto in modo utilitaristico per il bene, non solo suo, ma anche degli altri. 

Ma la vita non va mai secondo i piani, persino le scappatoie più semplici hanno delle conseguenze. La sofferenza, le sfide e l'amore che affronterà Eliza sembrano essere più grandi di lei. I segreti che un tempo erano celati verranno riportati a galla, e con essi anche dei sentimenti che si credeva fossero perduti per sempre. La nostra protagonista riuscirà ad affrontare come una guerriera o si perderà nell'oscurità del dolore più grande?


"Nei vostri occhi, è lì che trovo le mie certezze."
Ammetto che inizialmente ero scettica sulla lettura di questo libro, ma dopo le prime 100 pagine mi sono resa conto che Sara Caporilli mi stava fornendo una lettura totalmente nuova. Ci immergiamo in un'epoca quasi Rinascimentale, dove le ampie colline e paesaggi fanno da sfondo alla storia.  L'autrice ci fornisce delle descrizioni accurate del mondo che ci circonda, e come in una vecchia cartolina ci troviamo catapultati nel mondo di Tingcote. Gli argomenti all'interno del libro non sono solo l'amore e la passione, ma vi sono degli "spunti" di qualcosa di serio. Tra questi "spunti" vi è la violenza fisica e verbale, che ogni giorno deve subire la nostra protagonista. Un argomento così attuale e descritto in maniera delicata, poichè la scrittrice utilizza termini adeguati e crudi che s'insinuano nel nostro animo. Ogni argomento è trattato approfonditamente ma allo stesso tempo adatto anche ai più giovani. E penso che questo libro debba anche raggiungere i teenager per farli sognare ma allo stesso tempo comprendere le varie sfaccettature della vita.  

  "Ero stata sempre e solo del mio padrone e ora non lo ero più. Forse la situazione sarebbe durata meno di quanto potessi sperare, ma in quegli istanti, mentre attendevo che il sonno si impadronisse del mio corpo, mi sentii di me stessa. Appartenevo solo a me, alla mia volontà."

Eliza non è solo una storia d'amore. E' un mix di sentimenti contrastanti che ci accompagnano sino all'ultima pagina, dove il lettore giungerà a pieno della consapevolezza e delle scelte della protagonista. L'autrice ha uno stile impeccabile e inimitabile, la delicatezza è una delle caratteristiche che la contraddistinguono. Non sono un amante del genere romance, ma devo dire che questo volume mi ha fatto sognare e piangere fino all'ultima pagina. 
Sia lo stile che il lessico sono ricercati, un linguaggio che va oltre il parlato e ci si ritrova dei termini che vengono utilizzati solo a livello formale. Un altro punto forte del romanzo sono i vari flashback/ ricordi che ci fanno comprendere e scoprire segreti, che ormai erano sepolti nelle macerie dell'anima. E' un romanzo che si legge con foga, ho letto gli ultimi capitoli augurandomi di non sentirne la mancanza dopo ma mi sbagliavo. Le pagine scorrono molto veloci sotto i nostri occhi, non ci si rende conto della mole letta fin quando non si chiude il libro. E' un libro che insegna molto, dove l'amore non è l'unica cosa per cui andare avanti nella vita. Ci insegna ad essere feroci verso chi ci priva della libertà, ci insegna a non smettere mai di lottare per quanto disperata sia la situazione e ci fa apprezzare non solo il nostro presente ma anche il nostro passato che nascondiamo gelosamente. Eliza, e gli altri personaggi, hanno preso un pezzettino di me e lo hanno tenuto con loro e la stessa cosa vale per me. 

Eliza è pronta a rischiare tutto pur di smettere di sopravvivere, e tu l'affiancherai in questa sua missione?




VALUTAZIONE LIBRO:






Prodotto fornito dalla Casa Editrice: Newton Compton Editori.

5 commenti:

  1. Ho letto e amato questo libro condivido tutto quello che hai scritto

    RispondiElimina
  2. L'ho visto spesso su instagram ma non mi aveva mai attratto ma la tua recensione mi ha fatto cambiare totalmente idea e lo terrò di sicuro in considerazione

    RispondiElimina
  3. Devo assolutamente recuperare questo libro, ho letto solo recensioni positive

    RispondiElimina
  4. Ho visto questo libro sul web e devo dire che mi ha sempre un po' incuriosita. Dopo aver letto la tua recensione mi hai davvero convinta quindi me lo segno subito su goodreads!

    RispondiElimina
  5. La trama non mi aveva convinto molto, ma dopo aver letto la tua recensione, sento di potergli dare una chance, quindi vado a segnare il titolo.

    RispondiElimina